La Memoria di Giancarlo Governi

  • INGRATA PATRIA

    INGRATA PATRIA

    Libero di spaziare contro tutte le regole del giornalismo, libero di abbordare la notizia e soprattutto i personaggi famosi,

    leggi tutto


  • MONDO FABRIZI

    MONDO FABRIZI

    Ma Aldo Fabrizi è anche un grande attore drammatico: il suo personaggio di don Pietro in Roma città aperta è forse quanto di meglio abbia saputo esprimere il nostro grande cinema in fatto di recitazione.

    leggi tutto


  • SALVIAMO IL CAVALLO

    SALVIAMO IL CAVALLO

    E’ storia degli italiani quindi: “oggi la televisione italiana compie 70 anni, ma quest’anno si celebreranno anche i 100 anni della madre di tutti i media, la Radio. Non si può, e non si deve, raccontare la storia della Televisione senza prima aver raccontato una breve storia della Radio.”

    leggi tutto


  • WALTER CHIARI

    WALTER CHIARI

    Un eterno goliardo, sempre con lo stesso volto giovanile, con il ciuffo ribelle e la voce un po’ afona di chi ha tirato mattina bevendo e fumando, con gli amici o con le più belle donne del mondo.

    leggi tutto


  • QUANDO LA MUSICA CAMBIA IL MONDO

    QUANDO LA MUSICA CAMBIA IL MONDO

    Che emozione è vedere in un vecchio filmato conservato nelle Teche della Rai, due ragazzi del ’38 e del ’40 esibirsi con la stessa grinta di quando erano ancora due ragazzi, con una musica che ancora oggi, dopo 70 anni è ancora rivoluzionaria! Sto parlando, lo avete capito, di Adriano Celentano e di Antonio Ciacci…

    leggi tutto


  • SANREMO, LA STORIA D’ITALIA

    SANREMO, LA STORIA D’ITALIA

    Qualcuno, esagerando, ha affermato che nel Festival di Sanremo c’è la storia d’Italia. Forse non così tanto, ma chi conosce la storia riesce a individuare il momento in cui sono apparse molto canzoni. Anche dai sentimenti, dai cambiamenti di costume e anche da qualche segnale politico. Il Festival non è un fenomeno metastorico, perché le…

    leggi tutto


  • HA DA PASSA’ ‘A NOTTATA

    Vi voglio raccontare una delle commedie più belle di Eduardo De Filippo, Napoli Milionaria, la prima che scrisse dopo la separazione da suo fratello Peppino, subito dopo la fine della guerra.

    leggi tutto


  • UMBERTO D. E’ IL PAPA’ DI VITTORIO DE SICA

    UMBERTO D. E’ IL PAPA’ DI VITTORIO DE SICA

    Un figlio al quale aveva insegnato a cantare, che aveva accompagnato al pianoforte, che aveva preparato ufficialmente come ragioniere ma nella cui testa aveva inculcato la passione per l’arte.

    leggi tutto


  • QUELLI DELLA DOMENICA

    QUELLI DELLA DOMENICA

    Villaggio ribaltò subito la figura del presentatore e instaurò – soprattutto attraverso il personaggio di Kranz, un prestigiatore tedesco, pasticcione ed anche un po’ sadico, a cui non riesce nessun esperimento – un rapporto conflittuale con il pubblico.

    leggi tutto


  • MARIA CALLAS,

    MARIA CALLAS,

    Ma poi, come nelle telenovelas più movimentate e cru­deli, Onassis sposa Jacqueline Kennedy, vedova del presidente americano ucciso a Dallas. Maria, con appa­rente indifferenza, commenta glaciale: «Jacqueline ha fatto bene a dare un nonno ai propri figli…».

    leggi tutto


  • LE DISAVVENTURE DI CAPITAN SALGARI, RE DELLE AVVENTURE

    LE DISAVVENTURE DI CAPITAN SALGARI, RE DELLE AVVENTURE

    «A voi che vi siete arricchiti con la mia pelle, mantenendo me e la mia famiglia in una continua semi-miseria od anche più, chiedo solo che per compenso dei guadagni che vi ho dato pensiate ai miei funerali.Vi saluto spezzando la penna.»

    leggi tutto


  • GLI SCRITTORI CHE HANNO FATTO L’ITALIA: COLLODI

    GLI SCRITTORI CHE HANNO FATTO L’ITALIA: COLLODI

    Pinocchio è innanzi tutto una favola laica, dove il sovrannaturale non è mai presente e non incide mai nella vita degli uomini, casomai il sovrannaturale si presenta attraverso i topoi della vita e dell’immaginario contadino, in un mondo rurale, dove si conosce soltanto la fatica dei campi, dove ognuno vive nel proprio egoismo, costretto dalla…

    leggi tutto


  • TRE SCRITTORI CHE FECERO GLI ITALIANI: EDMONDO DE AMICIS

    TRE SCRITTORI CHE FECERO GLI ITALIANI: EDMONDO DE AMICIS

    CUORE DI DEAMICIS E DI COMENCINI Tre figure di grandi scrittori si impongono nel panorama italiano post-risorgimentale: Edmondo De Amicis, Carlo Collodi, Emilio Salgari. Giovanni Spadolini che, oltre ad essere stato un importante uomo politico, è stato anche uno scrittore di storia, li annoverava tra gli uomini che hanno fatto l’Italia e gli italiani, per…

    leggi tutto


  • PAVAROTTI, LA VOCE DEGLI ANGELI

    PAVAROTTI, LA VOCE DEGLI ANGELI

    Si narra che, per affermare la propria gentile presenza, gli angeli affidino, talvolta, a un essere umano la loro voce meravigliosa, scegliendo casualmente una persona in un posto del mondo L’ultima volta la scelta cadde su una tranquilla città dell’Emilia, Modena, dove il canto è di casa, almeno quanto il buon cibo, l’ottimo vino e…

    leggi tutto


  • NANNARELLA

    NANNARELLA

    Prima di Nannarella avevo scritto, Vita di Totò, principe napoletano e grande attore, in concomitanza con un programma monstre sul Principe o forse contemporaneamente: insomma tutti e due, programma televisivo e libro, riscossero grande successo, anche economico, tanto da farmi convincere a incrementare la mia attività di scrittore. L’Editore, contento delle tante copie vendute, mi…

    leggi tutto


  • GULP! 50 ANNI FA NASCEVA UN PROGRAMMA CHE HA FATTO LA STORIA DELLA TV

    GULP! 50 ANNI FA NASCEVA UN PROGRAMMA CHE HA FATTO LA STORIA DELLA TV

    Giancarlo è tra i fondatori del secondo canale Rai, scrittore, giornalista, presentatore e autore di trasmissioni di successo come tra l’altro “Gulp!” e “Supergulp!”, queste ultime firmate con Guido De Maria – ci racconta la nascita dei “fumetti in TV”. Cominciò tutto così… potrei raccontare la nascita dei “Fumetti in Tv” (prima si chiamava Gulp! Poi Supergulp! semplicemente perché era…

    leggi tutto


  • GIORGIO GABER

    GIORGIO GABER

    All’inizio degli anni Settanta c’è una svolta nella carriera di Giorgio Gaber. Mina gli fa scoprire il teatro, perché vanno in tournée insieme e Gaber scopre il contatto con il pubblico. “Facevo un’ora e un quarto per un pubblico che non era venuto per me, ma per Mina”. Mina faceva la seconda parte e nel…

    leggi tutto


  • ANTONIO PENNACCHI

    Pennacchi è un irregolare, come Van Gogh. Non è un naif perché si è laureato da studente lavoratore. Approfittando di un lungo periodo di cassa integrazione. Ma lo spirito del naif, di quello che non è nato per essere destinato agli studi e nonostante ciò si è dedicato all’arte, gli è rimasto. Anche in politica,…

    leggi tutto


  • DA BAMBINO INCONTRAI L’ORRORE

    DA BAMBINO INCONTRAI L’ORRORE

    Abitavamo a Via della Lungara a due passi dal carcere di Regina Coeli, la mia mamma quando poteva mi portava a giocare e a “prendere aria” sul Gianicolo. Il percorso era un po’ faticoso per la mamma, perché dovevamo affrontare la salita di Sant’Onofrio, una lunga e ripida scalinata che, da Piazza della Rovere, portava…

    leggi tutto


  • OTELLO PROFAZIO

    OTELLO PROFAZIO

    Consigliato anche da Profazio, mi impegnai a raccogliere tutti i grandi protagonisti del Folk revival che a quei tempi spuntavano come funghi in giro per l’Italia e che Otello era il primo a conoscere.

    leggi tutto


  • L’ASTRO BERLUSCONI

    L’ASTRO BERLUSCONI

    Un apposito ministero, affidato a Bondi, si era messo a studiare il nuovo cerimoniale della Repubblica, soprattutto per studiare le doverose forme di omaggio al Grande Silvio. Il Grande Silvio che oramai parlava pochissimo con i suoi collaboratori diretti, che dovevano capirlo ad una sola occhiata, aveva mandato un bigliettino a Bondi nel quale c’era…

    leggi tutto


  • IL PATRIMONIO MANFREDI

    IL PATRIMONIO MANFREDI

    La guerra, probabilmente, è stata una scuola terribile per gli attori di quella generazione che abbiamo ricordato all’inizio. Forse la fame, la necessità di sopravvivere, di affermarsi in circostanze così tragiche, ha costituito una spinta alla professionalità, alla duttilità, allo studio, filtrando parecchi talenti. Talenti che si sono affinati nelle esperienze più varie e difficili:…

    leggi tutto


  • GIACOMO BRODOLINI

    GIACOMO BRODOLINI

    In pochi mesi, Brodolini, prima di morire, riuscirà a realizzare le più importanti riforme in favore dei lavoratori, a cominciare dalla pensione minima per tutti, anche per coloro che non avevano mai versato un contributo. Per molti anni, nei paesi ma anche nelle città, le vecchiette e i vecchietti che si erano viste recapitare quella…

    leggi tutto


  • PARLARE DEL 25 APRILE

    PARLARE DEL 25 APRILE

    Oggi il quesito si ripropone al Presidente del Senato il quale chiede pacificazione nazionale. Signor Presidente, oggi che i ragazzi di Salo e i partigiani si stanno estinguendo, lasciando però ancora viva la memoria, …

    leggi tutto


  • MONDO JANNACCI

    MONDO JANNACCI

    La prima volta che vidi Enzo Jannacci fu ne La vita agra, il film che Carlo Lizzani nel 1964 trasse dal bellissimo libro di Luciano Bianciardi. Jannacci entrava in scena in una osteria a cantare una delle sue strane e stralunate canzoni, che erano dei nonsense. La canzone era “L’ombrello di fratello” e cominciava così:…

    leggi tutto


  • MINÀ

    MINÀ

    Potrei stare ore a parlare di Gianni Minà ma per farla breve mi basta dire che lui è l’unico giornalista non solo italiano ma mondiale, ad essere fotografato in compagnia di Gabriel Garcia Marquez, il grande scrittore Premio Nobel, Mohamed Alì, Sergio Leone e Robert De Niro, riuniti in un allegro conviviale in una trattoria…

    leggi tutto


  • LA VERITA’ SULLA NOSTRA PASTA ALLA CARBONARA

    LA VERITA’ SULLA NOSTRA PASTA ALLA CARBONARA

    E’ arrivato il momento di dire la verità sulla “carbonara” di cui molti si vogliono attribuire l’invenzione, giocando sul nome e anche sul periodo storico in cui è nata. Cominciamo a dire che i carbonari, quelli che fanno il carbone, non c’entrano per niente. E non c’entra affatto quella leggera spolverata di pepe nero, che,…

    leggi tutto


  • FOSSE ARDEATINE, PERCHE’ DURI LA MEMORIA

    FOSSE ARDEATINE, PERCHE’ DURI LA MEMORIA

    Il 23 marzo del 1944 i partigiani di Roma fecero saltare in aria il carrettino di uno scopino sulla via Rasella, proprio mentre passava il battaglione Bozen degli occupanti tedeschi. Sul selciato rimasero 32 soldati, un altro morì poco dopo. La reazione dei tedeschi fu ferocissima.

    leggi tutto


  • I FRATELLI REGE, ARCHETIPI DELLA COMICITÁ

    I FRATELLI DE REGE, GLI ARCHETIPI DELLA COMICITA’ Il famoso “Vieni avanti, cretino” che è diventato il simbolo del varietà popolare, lo hanno inventato loro. Guido, detto Bebè, la Spalla, entrava in scena e si metteva a passeggiare avanti e indietro, nervosamente, imprecando contro il fratello Giorgio, il Comico, detto Ciccio, perennemente in ritardo, borbottando…

    leggi tutto


  • LUCIO DALLA, IL GENIO DI BOLOGNA

    LUCIO DALLA, IL GENIO DI BOLOGNA

    Tutti conoscevamo la data di nascita di Lucio Dalla: 4 marzo 1943. Era il titolo di una delle sue canzoni più belle e quella che lo aveva fatto conoscere al grande pubblico italiano. Raccontava di un bambino, figlio della guerra, che era nato proprio in quel giorno. I versi li aveva scritti una mia compagna…

    leggi tutto


  • MONDO SORDI

    MONDO SORDI

    Alberto amava scherzare e lo faceva in tutte le occasioni. Lui era un eccellente imitatore ma in questo campo si esibiva soltanto per pochi intimi.

    leggi tutto


  • È PASSATO UN GATTO NERO

    È PASSATO UN GATTO NERO

    Ho ripubblicato questo libro, questo romanzo sulla Resistenza che sembra avere oggi una inaspettata realtà. Dopo molti decenni, si riparla di pacificazione fra i ragazzi italiani che si divisero in una tragica guerra civile. Ma quelli che ne parlano oggi celebrano nel contempo il neo fascismo, allontanando ancora una volta la pacificazione. https://www.mondadoristore.it/passato-gatto-nero-romanzo-Giancarlo-Governi/eai978889528494/ Che senso…

    leggi tutto


  • CIAO PIERINO

    CIAO PIERINO

    Tutti gli scrittori di questo magazine salutano Piero Montanari che qualche giorno fa ha deciso di prendere il biglietto per il suo ultimo viaggio. alcuni amici, che hanno avuto la fortuna di lavorare con lui o con lui passare ore liete, gli hanno scritto una personale lettera che noi volentieri pubblichiamo nella sua rubrica.  GIANCARLO…

    leggi tutto


  • ROBERTO BENIGNI CONDANNATO DA UN CAPOLAVORO

    ROBERTO BENIGNI CONDANNATO DA UN CAPOLAVORO

    GIANCARLO GOVERNI Rubino Romeo Salmonì, l’ultimo ebreo romano sopravvissuto ad Aushwitz, che ispirò a Roberto Benigni La vita è bella, ci fa tornare alla memoria il grande film di Roberto. Salmonì, che aveva 23 anni quando fu deportato nel campo di sterminio, dopo la terribile trafila di Via Tasso, del campo di raccolta dei deportatati…

    leggi tutto


  • VIVA L’ITALIA!

    VIVA L’ITALIA!

    Anche il Canto degli Italiani, che tutti conoscono come “Fratelli d’Italia”, fu per decenni dimenticato e trattato anche con disprezzo. Nessuno lo cantava più e veniva stancamente e distrattamente suonato prima delle partite della nazionale di calcio.

    leggi tutto


  • A 60 ANNI DALLA MORTE DI MARILYN MONROE

    A 60 ANNI DALLA MORTE DI MARILYN MONROE

    GIANCARLO GOVERNI La stella, l’angelo del sesso, la bambola di carne, la dolce, la tenera, l’ingenua, la maliziosa, la disarmata, la sensuale, l’innocente Mar­ilyn nasce il primo giugno 1926, sotto il segno dei Gemelli. Il suo primo nome fu Norma Jean Baker e nacque figlia sol­tanto di sua madre: un’origine comune a tanti grandi dello…

    leggi tutto


  • ENRICO FERMI E I SUOI RAGAZZI

    ENRICO FERMI E I SUOI RAGAZZI

    Nel gruppo c’erano, tra gli altri, Segré, Amaldi, Rasetti, Pontecorvo e soprattutto c’era Ettore Majorana, un vero genio che lo stesso Fermi, il suo maestro, paragonò addirittura a Galileo e a Newton.

    leggi tutto


  • QUANDO BARTALI SALVO’ L’ITALIA DALLA GUERRA CIVILE

    QUANDO BARTALI SALVO’ L’ITALIA DALLA GUERRA CIVILE

    Il pubblico diventa sempre più attento. Sono sempre di più quelli che hanno smesso di discutere di politica e che ora si è messo a parlare di Gino Bartali…

    leggi tutto


  • MARIO RIVA E IL MUSICHIERE

    MARIO RIVA E IL MUSICHIERE

    Nella storia dei cambiamenti sociali e di costume del secolo scorso, Mario Riva conserva un posto speciale. Perché – insieme con Mike Bongiorno e il suo Lascia o raddoppia – fu tra i primi a rendere così popolare una trasmissione televisiva da indurre gli italiani, prima a riunirsi con la famiglia davanti al televisore il…

    leggi tutto


  • VITTORIO GASSMAN, IL MATTATORE

    VITTORIO GASSMAN, IL MATTATORE

    GIANCARLO GOVERNI E’ difficile svelare le molte facce di Vittorio Gassman, questo nostro grandissimo e geniale attore dalla produzione immensa (più di 120 film e altrettante produzioni teatrali), ma anche dell’uomo di cultura sempre al passo con il suo tempo, impegnato anche nel presente, nonostante la sua preparazione di base fosse fondata sui testi classici.…

    leggi tutto


  • MIKE BONGIORNO, L’UOMO CHE VISSE TRE VOLTE

    MIKE BONGIORNO, L’UOMO CHE VISSE TRE VOLTE

    GIANCARLO GOVERNI Nella mia testa, come nella testa degli italiani adulti, le parole Mike Bongiorno e televisione costituiscono un binomio indissolubile. Bongiorno ebbe tre vite professionali: quando inventò la televisione pubblica, quando inventò la televisione commerciale e poi una terza vita quando Rosario Fiorello, con la sua verve ironica, mise in valore la sua allegria,…

    leggi tutto


  • GULP! 49 ANNI FA NASCEVA UN PROGRAMMA CHE HA FATTO LA STORIA DELLA TV

    GULP! 49 ANNI FA NASCEVA UN PROGRAMMA CHE HA FATTO LA STORIA DELLA TV

    GIANCARLO GOVERNI Cominciò tutto così… potrei raccontare la nascita dei “Fumetti in Tv” (prima si chiamava Gulp! Poi Supergulp! semplicemente perché era più lungo, ma il sottotitolo fu sempre questo …) alla maniera delle storie dei Supereroi (e in passato l’ho anche fatto), ma racconterò i fatti cercando di non romanzarli troppo. Eravamo alla fine dei Sessanta, il Sessantotto era…

    leggi tutto


  • LA BATTAGLIA DELL’ITALIANO

    LA BATTAGLIA DELL’ITALIANO

    GIANCARLO GOVERNI L’Italiano è la quarta lingua più studiata al mondo (dopo inglese, spagnolo e cinese) e resiste agli attacchi interni di coloro che vorrebbero anglicizzarla a tutti i costi. Abbiamo vinto la battaglia per la pronuncia di stadium che le televisioni avevano preso a pronunciare stedium. Nessuno in Italia si azzarderebbe più a chiamare…

    leggi tutto


  • LO STRAORDINARIO RAPPORTO DI VITTORIO DE SICA CON DUE CITTA’, ROMA E NAPOLI

    LO STRAORDINARIO RAPPORTO DI VITTORIO DE SICA CON DUE CITTA’, ROMA E NAPOLI

    GIANCARLO GOVERNI Il 13 novembre del 1974 moriva Vittorio De Sica, in Francia dove era andato a curarsi. Era nato a Sora, in Ciociaria 73 anni prima, ma aveva avuto nel cuore due città: Napoli dove aveva ambientato alcuni dei suoi film più celebrati e Roma dove aveva consumato tutta la sua vita, dove erano…

    leggi tutto


  • PIETRO GERMI: HA RACCONTATO L’ITALIA CHE I COMUNISTI VOLEVANO NASCONDERE

    PIETRO GERMI: HA RACCONTATO L’ITALIA CHE I COMUNISTI VOLEVANO NASCONDERE

    GIANCARLO GOVERNI Pietro Germi è senz’altro uno dei grandissimi del cinema italiano, eppure nessuno lo cita mai come tale. Il suo era un cinema per il pubblico al quale raccontava storie che dovevano divertirlo. E divertire al cinema, diceva, significa non soltanto far ridere ma anche emozionare, commuovere, piangere ed anche mettere a nudo la…

    leggi tutto


  • ANCHE GLI ANGELI VOLEVANO RIDERE

    ANCHE GLI ANGELI VOLEVANO RIDERE

    IL 19 FEBBRAIO MASSIMO TROISI COMPIE 70 ANNI GIANCARLO GOVERNI I placidi anni Sessanta volgono alla fine. E il mondo sembra scuotersi dal torpore della scoperta del benessere e dei consumi. Tra i tanti ragazzi che salgono ogni mattina sul treno della circumvesuviana, c’è anche Massimo Troisi, classe 1953, quinto di sei fratelli. Viaggia insieme…

    leggi tutto


  • PARLIAMO DI RAIMONDO VIANELLO

    PARLIAMO DI RAIMONDO VIANELLO

    GIANCARLO GOVERNI La prima immagine comica di Raimondo Vianello riguarda una scelta drammatica che furono costretti a fare molti giovani italiani nel 1943: rimanere fedele alla Italia che si ribella all’ex alleato tedesco, diventato invasore, oppure rispondere alla chiamata di Mussolini che, sotto la imposizione di Hitler, ha costituito al Nord una repubblica fascista. Anche…

    leggi tutto


  • MORO LIBERO COME SAREBBE CAMBIATA LA STORIA

    MORO LIBERO COME SAREBBE CAMBIATA LA STORIA

    GIANCARLO GOVERNI Aspettiamo con curiosità il film-serie di Marco Bellocchio Esterno notte, sul sequestro e la uccisione di Aldo Moro, una tragedia che sconvolse l’Italia e il mondo intero. Bellocchio aveva diretto anni fa un altro film sul sequestro Moro, Buongiorno notte, basato sul libro di una brigatista pentita che aveva partecipato al sequestro, tentando, a suo dire,…

    leggi tutto


  • QUESTA DI FABRIZIO È UNA STORIA VERA

    QUESTA DI FABRIZIO È UNA STORIA VERA

    GIANCARLO GOVERNI Fabrizio De André era un personaggio speciale, una persona, cioè, che a distanza di anni dalla sua morte fa sentire di aver lasciato un grande vuoto culturale. Soprattutto è venuto a mancare un punto di riferimento per i giovani che dalla canzone vogliono qualcosa di più di un semplice momento di relax o…

    leggi tutto


  • IL GIORNO DELLA MEMORIA. 16 OTTOBRE 1943: DEPORTATI 1024 ROMANI DI RELIGIONE EBRAICA

    DI GIANCARLO GOVERNI Abitavamo a Via della Lungara a due passi dal carcere di Regina Coeli, la mia mamma quando poteva mi portava a giocare e a “prendere aria” sul Gianicolo. Il percorso era un po’ faticoso per la mamma perché dovevamo affrontare la salita di Sant’Onofrio, una lunga e ripida scalinata che da Piazza…

    leggi tutto



USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS

TAGS DEL SITO


africa (12) agricoltura (16) alimentazione (30) ambiente (28) amministrazione (20) arte (59) astensionismo (11) cibo (14) cina (12) cinema (38) civismo (42) comunicazione (11) comunismo (22) costituzione (11) crisi (14) cucina (11) cultura (285) dalisca (13) democrazia (33) destra (10) diritti (10) donne (13) economia (61) educazione (14) elezioni (42) energia (17) eni (8) europa (31) fascismo (24) filosofia (24) formazione (22) francia (11) giampaolo sodano (11) giancarlo governi (13) giorgia meloni (19) giornalismo (9) giovani (24) giustizia (12) guerra (65) guido manuli (12) inclusione (9) industria (13) intelligenza artificiale (25) invecchiamento (11) israele (13) italia (24) jazz (9) lago maggiore (11) lavoro (36) letteratura (35) mario pacelli (30) media (54) medicina (15) medio oriente (11) melainsana (10) memoria (15) migranti (13) milano (18) morte (15) musica (104) napoli (19) pace (10) palestina (9) partigiani (9) pci (9) polis (14) politica (297) potere (171) raffaele aragona (11) rappresentazione (19) religione (21) roma (23) russia (18) salute (62) sanità (8) satira (20) scienza (20) scuola (24) seconda guerra mondiale (40) sicilia (9) sinistra (17) socialismo (10) società (320) sostenibilità (10) spettacolo (11) stefano rolando (30) storia (37) teatro (24) tecnologia (20) televisione (28) TERRORISMO (10) toni concina (14) torino (11) tradizione (26) transizione (14) turismo (9) ucraina (33) USA (11) violenza (19) vita (10)


ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI




Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *