L’UOMO CHE LEGGE: LA SINISTRA SOCIALE

CONSIGLI DI LETTURA SETTIMANALI

FONTE: SITO DELL’EDITORE DEL LIBRO

La “sinistra sociale” ha rappresentato un’esperienza importante nella storia democratica del nostro paese. Un’area politica e culturale riconducibile alla tradizione del cattolicesimo sociale che si è sempre caratterizzata sul terreno della difesa e della promozione dei ceti popolari, dei ceti meno abbienti e dei lavoratori.

Prima, e a lungo, nella Democrazia Cristiana con la corrente di Carlo Donat-Cattin e di Franco Marini, e poi in alcuni partiti che sono succeduti alla fine della Dc. Ma l’irrompere di una nuova e persino drammatica questione sociale nel nostro paese ripropone la necessità di una rinnovata “sinistra sociale” di ispirazione cristiana: per la sua storica sensibilità ai temi sociali e, al contempo, per la sua capacità di delineare un progetto politico partendo dalle domande e dalle istanze dei ceti popolari.

In questo libro si evidenziano il profilo politico e culturale della nuova “sinistra sociale”, le sue radici ideali, la necessità di una classe dirigente che provenga dall’associazionismo cattolico e sociale e, soprattutto, l’impegno in un partito che consenta a questa esperienza di dispiegare sino in fondo la sua potenzialità. Un progetto che si rende necessario, dopo l’infausta stagione populista, anche per rilanciare la nobiltà, la funzione e il ruolo della politica nella società contemporanea. Prefazione di mons. Vincenzo Paglia.


SEGNALIAMO

  • UN GIORNO DI VACANZA SCOLASTICA PER IL RAMADAN INDIGNA IL GOVERNO

    Nel calendario islamico, il Ramadan è il nono mese dell’anno, di 29 o 30 giorni, in base alle fasi della luna crescente e nell’anno in corso si conclude il 10 aprile. Questo mese in cui si pratica il digiuno, in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto, termina con grandi festeggiamenti a cui partecipa…

  • IL CIVISMO E  GLI ORATORI: E DON BOSCO?

    IL CIVISMO E  GLI ORATORI: E DON BOSCO?

    Interessante constatare che Don Bosco con i suoi oratori gestiva opere educative per i giovani per educarli ad  essere onesti e capaci lavoratori per avere un uso intelligente del tempo libero come interpreti ed operatori del comune senso civico .

  • MA ESISTE IL MALE?

    MA ESISTE IL MALE?

    Si tratta di una questione che ci trasciniamo dietro da millenni. Di fatto dalla sconfitta del politeismo. Quella dottrina aveva il vantaggio di riferirsi a un universo in cui le molte Divinità non erano necessariamente buone o giuste. Anzi, esse portavano con sé tutti i difetti e le cose brutte degli uomini, giustificando in tal…

  • PACEM IN TERRIS

    PACEM IN TERRIS

    La Pacem in Terris introdusse novità rinnovatrici per il magistero della Chiesa: l’inaugurazione di un nuovo modo di comunicare, nel senso dei destinatari del messaggio;

  • LA PACE FREDDA

    LA PACE FREDDA

    Di qui, anche la polemica, mai spenta, sui silenzi e i dilemmi di Pio XII. La guerra, finalmente, era finita. Essa aveva accumulato un caos di rovine, materiali e morali. Bisognava, da quel momento, riedificare il mondo. Il primo elemento della restaurazione sarebbe dovuto essere il ritorno a casa, pronto e rapido, di tutti i…