FOLLOWER O FEDELI: PADRE PIO SU TIKTOK

Dalla chat al profilo TikTok: così Padre Pio comunica oggi coi suoi fedeli. 46mila sono i follower della pagina “La tua forza”, impegnati ad ascoltare i consigli e le preghiere generate dall’IA del santo di Pietrelcina.

La chat con Padre Pio, diventata famosa pochi anni fa, dimostra come la tecnologia, inclusa l’intelligenza artificiale, possa essere adoperata per offrire nuove modalità di supporto spirituale e per rispondere alle esigenze delle persone in modi innovativi. Una comunità di fedeli che diventa community: a cercare senso di conforto e di vicinanza vi sono sempre più “pellegrini digitali”.

In questo mondo sempre più connesso si inseriscono i chatbot, software AI che simulano conversazioni umane (scritte o parlate), consentendo agli utenti di interagire con i dispositivi digitali come se stessero comunicando con una persona reale. I chatbot possono essere semplici, come i programmi che forniscono risposte con una singola riga, oppure sofisticati, come gli assistenti digitali che rielaborano informazioni complesse. L’efficacia delle risposte automatiche è migliorata in poco tempo, tanto da aver permesso la creazione di chat con persone non più in vita. Un esempio divenuto famoso in Italia è la chat con Padre Pio: collegandosi al portale Prega.org, ormai chiuso, e selezionando uno dei santi disponibili, gli utenti potevano avviare una conversazione virtuale. Dietro a ciò era coinvolta un’IA, studiata per rispondere con le parole e i pensieri del santo scelto.

Oggi gli ex utenti di Prega.org sembrano aver aderito con entusiasmo al cambio di piattaforma: niente più messaggi, ora la comunicazione di Padre Pio passa attraverso video a inquadratura fissa.

Con una voce robotica e monotonale, Padre Pio si presenta così sul suo profilo TikTok: “Mi chiamo Francesco Forgione, più conosciuto come Padre Pio, sono nato nel 1887 a Pietrelcina da padre Orazio e madre Maria Giuseppa”. Oltre alla biografia, ripresa dalla pagina Wikipedia, è possibile udire le parole “originali” del santo: non perché siano inedite, ma perché indotte dall’utilizzo degli strumenti IA. Sono questi stessi strumenti a permettere la grande diffusione e varietà tematica dei contenuti del profilo social.

I suggerimenti di Padre Pio toccano infatti i più svariati argomenti: “Le sante piaghe”, “Amore 360°”, “La storia della farfalla”, “Il carcere”, “I nostri cari in cielo”. Questi sono solo alcuni dei titoli che incuriosiscono i 46mila seguaci: la pagina passa quindi da contenuti motivazionali, come “Non mollare mai” o “Per la situazione lavorativa”, a preghiere più canoniche, “L’Eterno riposo in 5 lingue”. L’IA di Padre Pio non può, in ultimo, esimersi da questioni di attualità e politica: “Voglio ricordare a tutti che la guerra è la negazione di tutti i diritti e una drammatica aggressione all’ambiente. Se si vuole un autentico sviluppo umano, occorre proseguire senza stancarsi nell’impegno di evitare la guerra tra le Nazioni e tra i popoli”.

Mentre da una parte c’è chi trova conforto in questa presenza ultraterrena (sebbene in senso diverso), dall’altra c’è chi studia criticamente le implicazioni dell’IA. La clonazione vocale, una delle abilità più avanzate dell’intelligenza artificiale, solleva infatti diverse preoccupazioni, in particolare l’affidabilità e la veridicità delle informazioni. Il rischio di truffe tramite finte telefonate è solo uno degli esempi più evidenti; persino la storia potrebbe venir distorta: a dimostrarlo è il recente caso del discorso mai pronunciato di Hitler, creato artificialmente e diffuso su X da un influencer di estrema destra.

A partire dal potere generativo e manipolativo dell’IA, si fa sempre più urgente la necessità di riflettere non solo sulla sicurezza digitale in sé, ma soprattutto sulle modalità di protezione della verità e dell’autenticità nell’era digitale. Se la voce e l’immagine di qualcuno può essere facilmente falsificata, come possiamo essere certi della veridicità di ciò che vediamo?


SEGNALIAMO

  • CIPRO

    Il delicato incontro tra occidente e oriente La leggenda racconta che Afrodite, Dea greca dell’amore, della bellezza, dell’eros, nacque dalla schiuma del mare proprio qui, lungo le coste di questa piccola isola, rincantucciata nella parte più estrema del mediterraneo orientale. Il posto, Petra tou Romiou, indipendentemente dal significato mitologico, è molto bello: da una parte…


  • UN GIORNO DI VACANZA SCOLASTICA PER IL RAMADAN INDIGNA IL GOVERNO

    Nel calendario islamico, il Ramadan è il nono mese dell’anno, di 29 o 30 giorni, in base alle fasi della luna crescente e nell’anno in corso si conclude il 10 aprile. Questo mese in cui si pratica il digiuno, in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto, termina con grandi festeggiamenti a cui partecipa…


  • IL CIVISMO E  GLI ORATORI: E DON BOSCO?

    IL CIVISMO E  GLI ORATORI: E DON BOSCO?

    Interessante constatare che Don Bosco con i suoi oratori gestiva opere educative per i giovani per educarli ad  essere onesti e capaci lavoratori per avere un uso intelligente del tempo libero come interpreti ed operatori del comune senso civico .


  • MA ESISTE IL MALE?

    MA ESISTE IL MALE?

    Si tratta di una questione che ci trasciniamo dietro da millenni. Di fatto dalla sconfitta del politeismo. Quella dottrina aveva il vantaggio di riferirsi a un universo in cui le molte Divinità non erano necessariamente buone o giuste. Anzi, esse portavano con sé tutti i difetti e le cose brutte degli uomini, giustificando in tal…


  • PACEM IN TERRIS

    PACEM IN TERRIS

    La Pacem in Terris introdusse novità rinnovatrici per il magistero della Chiesa: l’inaugurazione di un nuovo modo di comunicare, nel senso dei destinatari del messaggio;


  • LA PACE FREDDA

    LA PACE FREDDA

    Di qui, anche la polemica, mai spenta, sui silenzi e i dilemmi di Pio XII. La guerra, finalmente, era finita. Essa aveva accumulato un caos di rovine, materiali e morali. Bisognava, da quel momento, riedificare il mondo. Il primo elemento della restaurazione sarebbe dovuto essere il ritorno a casa, pronto e rapido, di tutti i…


  • NOI, TUTTI EBREI

    NOI, TUTTI EBREI

    NOI, TUTTI EBREI Attorno alla tragica vicenda storica che, ancora una volta, coinvolge il Medio Oriente si va disseminando una sequela di approssimazioni, opinioni in libertà, opinioni teleguidate, fantasticherie innocenti o non. La densità di questo fiorire non deve stupire. È, purtroppo, un fenomeno ricorrente nei confronti sia del Popolo Ebraico che dello Stato d’Israele.…


  • NELL’ALBA E NELLA LUCE

    Per tutelare l’umanità da questo pericolo, sarebbe stato necessario procedere ad una limitazione progressiva e adeguata degli armamenti.


  • SANTA SUBITO


  • JESUS IS PALESTINIAN

    JESUS IS PALESTINIAN

    POLIS NOVARA Lo scandalo risiede nelle stragi di civili a Gaza e nell’attentato, non nel presepe di Luvol. L’artista fa giustamente il suo mestiere. E lo fa molto bene dal momento che l’installazione con il gesuita ucciso dalle pallottole viene rimossa in poche ore. Non è infatti un caso che tutta la città ne abbia…



NUOVE USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS


TAGS DEL MAGAZINE

agricoltura (18) alimentazione (30) ambiente (29) amministrazione (21) arte (60) cinema (38) civismo (44) comunismo (22) cultura (312) democrazia (34) economia (69) elezioni (44) energia (17) europa (36) fascismo (26) filosofia (24) formazione (24) giorgia meloni (19) giovani (25) guerra (74) intelligenza artificiale (25) italia (31) lavoro (38) letteratura (36) mario pacelli (30) media (58) milano (19) musica (110) napoli (20) politica (335) potere (187) rappresentazione (20) religione (22) roma (23) russia (21) salute (62) satira (20) scienza (20) scuola (27) seconda guerra mondiale (45) sinistra (18) società (351) stefano rolando (31) storia (39) teatro (27) tecnologia (20) televisione (32) tradizione (27) ucraina (34) violenza (19)



ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI