IL SEMAFORO


SEGNALIAMO

  • INVITO ALLA LIBERTÀ DI NON PERDERSI

    INVITO ALLA LIBERTÀ DI NON PERDERSI

    Rivaluto una volta di più la compiutezza del pensiero di Benedetto XVI sul relativismo. Paradossalmente, se non si ha coscienza della molteplicità dei saperi e della vastità di ciascuno di essi non si può determinare neppure la veridicità di una notizia


  • ATTACCO ALL’OCCIDENTE

    ATTACCO ALL’OCCIDENTE

    Così Hamas non è vista come un’organizzazione di estremisti criminali manovrata da stati canaglia e appoggiata da gruppi dell’estremismo jihadista, che ha in spregio ogni diritto e ogni rispetto umano innanzitutto del popolo di cui si dice paladina, e diventa invece il movimento di liberazione del popolo palestinese oppresso da Israele.


  • A MACCHIA D’ODIO

    A MACCHIA D’ODIO

    Avere bruciato le bandiere con la stella di Davide non proteggerà i nostri incendiari da salotto. Dovranno decidere come comportarsi di fronte alle donne uccise per come indossano, o non, un velo. Dovranno spiegare che non si gettano gli omosessuali dal quinto piano e non si lapidano le adultere.


  • LA MORTE NON DÀ FAMA E RIPOSO

    LA MORTE NON DÀ FAMA E RIPOSO

    Nella guerra asimmetrica il falso è un’arma concessa.


  • GUERRE SENZA FINE

    La sponda settentrionale del mar Nero brucia da quasi due secoli. Chi non ricorda la guerra di Crimea che a metà dell’800° servì a Cavour per ingraziarsi Napoleone III necessario alleato per strappare all’Austria il lombardo-veneto. Poi quella bella penisola subì le vicende della rivoluzione russa, del comunismo, della seconda guerra mondiale. Ed ora ancora…


  • COSI’ SI MANIPOLA L’INFORMAZIONE GRAZIE AL DIGITALE

    COSI’ SI MANIPOLA L’INFORMAZIONE GRAZIE AL DIGITALE

    Non si può escludere infatti che le Regie occulte intervengano”caricando” a loro volta in rete filmati a sostegno di false flags e/o di interpretazioni ambigue.


  • STORIA, FANTASIA, SPERANZA PER BLOCCARE L’ARBITRIO

    STORIA, FANTASIA, SPERANZA PER BLOCCARE L’ARBITRIO

    Il politologo Franco Astengo, assieme al mio caro amico il costituzionalista Felice Besostri, sostiene da tempo che gli Stati (armati) commettono sempre lo stesso errore, quello di non consultare i filosofi, perché non vogliono sentirsi dire che l’unico presupposto per la civiltà è la pace.


  • ISRAELE E PALESTINA. LA STORIA SI RIPETE

    ISRAELE E PALESTINA. LA STORIA SI RIPETE

    LA STORIA NON E’ MAESTRA DI VITA


  • LE DUE LINEE ROSSE

    LE DUE LINEE ROSSE

    FABRIZIO AGNOCCHETTI La guerra in Ucraina è figlia di armistizi mancati e di linee rosse che s’intersecano pericolosamente. Gli accordi di Yalta, al termine del secondo conflitto mondiale, certificarono il suicidio dell’Europa: dopo una trentennale guerra civile (1914 – 1945), da padrona del mondo si ritrovò oggetto di spartizione delle due nuove superpotenze planetarie, gli…


  • IL GIORNO DELLA MEMORIA. 16 OTTOBRE 1943: DEPORTATI 1024 ROMANI DI RELIGIONE EBRAICA

    DI GIANCARLO GOVERNI Abitavamo a Via della Lungara a due passi dal carcere di Regina Coeli, la mia mamma quando poteva mi portava a giocare e a “prendere aria” sul Gianicolo. Il percorso era un po’ faticoso per la mamma perché dovevamo affrontare la salita di Sant’Onofrio, una lunga e ripida scalinata che da Piazza…