POLIS, ORTE-CIVITAVECCHIA: RIAPRIAMO LA FERROVIA

RAIMONDO CIRICOZZI instancabile animatore del comitato per la riapertura della ferrovia dei due Mari, che collega Orte a Civitavecchia.

ll giorno 6 marzo 2023, a Ronciglione, si è riunito il comitato per la riattivazione della ferrovia Civitavecchia Capranica Sutri Orte, presentando un documento che sollecita la riapertura della feriva dei due mari. La ferrovia Civitavecchia-Orte è una linea ferroviaria italiana senza traffico e in parte disarmata, che collega la stazione di Civitavecchia, sulla ferrovia Tirrenica, allo scalo ferroviario di Orte, sulla ferrovia Firenze-Roma passando per il nodo di Capranica.

La ferrovia Civitavecchia-Orte fu inaugurata nella sua interezza il 28 ottobre 1928, in occasione del sesto anniversario della Marcia su Roma, mentre l’apertura al traffico avvenne esattamente un anno dopo; la linea inglobò la breve tratta Capranica-Ronciglione, fino ad allora considerata diramazione della ferrovia Roma-Capranica-Viterbo. Costruito a scartamento ordinario e lungo in totale 85,69 chilometri, al momento dell’apertura il tracciato della linea veniva coperto in circa tre ore: gli elevati tempi di percorrenza (su cui pesavano le basse velocità raggiungibili a causa della notevole tortuosità del binario) uniti alla lontananza delle stazioni ferroviarie dai centri abitati pregiudicarono da subito le potenzialità della strada ferrata.

Negli anni Trenta, con l’elettrificazione della ferrovia Tirrenica passante per Civitavecchia e della ferrovia Firenze-Roma passante per Orte, il traffico merci che si originava dal porto civitavecchiese fu deviato interamente sulla direttrice Civitavecchia-Roma-Orte, ritenuta dal punto di vista orografico piщ conveniente della linea Civitavecchia-Capranica-Orte, anche se più lunga.

Esiste una stretta relazione tra le infrastrutture e lo sviluppo che ne discende. Non regge più l’alibi che pretende esista la domanda di servizi prima dello sviluppo del territorio. 

L’importanza della Ferrovia Civitavecchia Capranica Sutri Fabbrica di Roma Orte o Ferrovia dei due Mari, va aperta a tutti i servizi oltre che quello turistico.

Il comitato per la ferrovia CCFO o ferrovia dei due mari, intende in primo luogo evidenziare l’importanza della ferrovia per lo sviluppo del territorio aperta a tutti i servizi Merci, Viaggiatori, Turistico.

Questo documento, pur ricordando l’importanza della riapertura a tutti servizi, prende in esame il possibile servizio turistico. Il comitato per la riapertura della ferrovia Civitavecchia Capranica Orte, presenta  allora all’attenzione delle istituzioni ( Parlamento, Governo, Regione Lazio; RFI e Trenitalia; Enti locali: province di Roma e Viterbo, Comuni interessati dalle linee ferroviarie; Stampa ) la proposta di realizzazione di treni turistici finalizzati alla conoscenza del territorio e dei borghi .

Premesso che nel recente passato sono stati effettuati, con successo di pubblico, in forma occasionale, servizi ferroviari turistici con materiale storico, in relazione ad eventi di valenza regionale finalizzati alla promozione di eventi sul territorio, in particolare sulla linea ferroviaria FL3 Roma-Capranica-Viterbo;

La Legge 9 agosto 2017 n. 128, recante “ Disposizioni per l’istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico”, ha ricompreso nel relativo elenco nazionale, la Linea Civitavecchia-Capranica-Orte. Inoltre Fondazione FS ha inserito la linea Civitavecchia-Capranica-Orte nel progetto “Binari senza tempo”, tuttavia la Regione Lazio non ha un calendario programmabile di Treni Turistici, attualmente ne vengono organizzati alcuni senza continuità di programma in modo disomogeneo. Inoltre c’è stato l’iscrizione a finanziamento da parte della Regione dell’importo di 350 milioni di Euro per la riapertura nel piano di coesione sociale.

Il progetto che presentiamo riguarda la definizione del calendario e dell’organizzazione funzionale operativa di 40 treni turistici da svolgere sulle linee ferroviarie.

I treni turistici sono proposti perché i viaggiatori possano ammirare le diffuse, nel territorio, attrattive culturali e ambientali, assistere e/o partecipare agli eventi sportivi, gastronomici, culturali, religiosi, ambientali e di folclore, anche di interesse nazionale.


SEGNALIAMO

  • ALLA RICERCA DEL TRAM PERDUTO: ‘O TRAM D’ ‘A TURRETTA

    ALLA RICERCA DEL TRAM PERDUTO: ‘O TRAM D’ ‘A TURRETTA

    INTANTO, PERÒ, CONTINUANO I GUASTI DELLA LINEA 6 E TORNA LA PAURA DI POSSIBILI DISSESTI Qualche tempo fa fu davvero una lieta notizia, per Napoli, per i napoletani e per i turisti, quella di un annunciato ripristino della linea tranviaria in superficie, dalla zona orientale fino a Mergellina, secondo quanto previsto dal Piano Urbano di…

    SCOPRI


  • LA SANITÀ AI CONFINI DELL’IMPERO

    LUCA BELLAZZI Vigevano e Lomellina: 180mila abitanti ai confini dell’Impero lombardo. Qui, dove dell’opulenza che vi aveva a lungo risieduto nel secolo scorso non resta che la pallida memoria, di fronte all’inarrestabile arretramento del Servizio Sanitario Nazionale si è quasi arrivati al punto di dover rimpiangere i tempi di Giancarlo Abelli, il “Faraone” oltrepadano, manovratore…

    SCOPRI


  • START-UP ALLEANZA CIVICA DEL CENTRO

    START-UP ALLEANZA CIVICA DEL CENTRO

    Si è svolto ad Orvieto sabato 28 gennaio un seminario fra diversi rappresentanti di liste civiche dell’Umbria, del Lazio, della Toscana e delle Marche. Obiettivo dell’incontro dar vita ad una alleanza federativa del mondo civico dell’Italia centrale definendone tempi e modalità.

    SCOPRI


  • ALLEANZA CIVICA PER NAPOLI: UN PROGETTO

    ALLEANZA CIVICA PER NAPOLI: UN PROGETTO

    Oggi, approfittando dei 50 anni di ritardo dell’aggiornamento della città, va attuato una mega-piano di RIGENERAZIONE URBANA (viabilità, trasporti, applicazione legge antisismica del 1972….) al quale affiancare una INDUSTRIA CULTURALE che valorizzi il patrimonio storico

    SCOPRI


  • L’ARIA DEI COMUNI RENDE LIBERI

    L’ARIA DEI COMUNI RENDE LIBERI

    FRANCO RAIMONDO BARBABELLA Parafrasando l’antico adagio passato dalle città tedesche del Medioevo a quelle italiane, si potrebbe dire che “l’aria dei comuni rende liberi”. Spirava infatti aria di libertà nell’incontro dei rappresentanti di una cinquantina di liste e movimenti civici dei comuni delle quattro regioni dell’Italia centrale, Marche, Lazio, Toscana e Umbria, svoltosi sabato 28…

    SCOPRI


  • BASTA UNA GOVERNANTE

    BASTA UNA GOVERNANTE

    RAFFAELE ARAGONA Qualche tempo fa Federico Monga, Direttore de “Il Mattino”, titolava con “Napoli, i nuovi progetti specchio delle allodole” la risposta a chi gli scriveva di aver letto con interesse le proposte della nuova amministrazione, che però, riguardavano un futuro più o meno lontano, e domandava: «E per il presente?».Monga non poteva non essere…

    SCOPRI


  • RIGENERARE NAPOLI

    RIGENERARE NAPOLI

    Il Centro di Produzione RAI di Napoli festeggia quest’anno il 60° dell’Anniversario dalla sua fondazione. Il libro LA FABBRICA TELEVISIVA edito nel 2007 racconta tutta la storia della RAI di Napoli.

    SCOPRI


  • LO STUPRO DI PIACENZA

    Un giovane uomo, probabilmente sbarcato da uno dei barconi che solcano il Mediterraneo, improvvisati taxi a caro costo, ha stuprato una donna per strada a Piacenza.

    SCOPRI


  • NEL SEGNO DEL CIVISMO

    NEL SEGNO DEL CIVISMO

    Il convegno vedrà la partecipazione di qualificati relatori e di esponenti del civismo su un complesso di argomenti che nell’insieme delineano le fondamentali filiere di riflessione su cui si svilupperà il dibattito in questa sede e dopo per una sintesi che contribuirà …

    SCOPRI


  • ROMA CAPITALE: UN PROBLEMA SOLTANTO POLITICO

    ROMA CAPITALE: UN PROBLEMA SOLTANTO POLITICO

    I progetti di legge furono esaminati congiuntamente da una speciale commissione presieduta da Aldo Moro che concluse i suoi lavori nel 1958 con una monumentale relazione, al termine della quale si proponevano stanziamenti a favore del comune ed una semplificazione dei controlli statali sugli atti dell’amministrazione comunale. Le proposte della commissione non ebbero alcun seguito…

    SCOPRI



NUOVE USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS


TAGS DEL MAGAZINE

agricoltura (18) alimentazione (30) ambiente (29) amministrazione (21) arte (60) cinema (38) civismo (44) comunismo (22) cultura (312) democrazia (34) economia (69) elezioni (44) energia (17) europa (36) fascismo (26) filosofia (24) formazione (24) giorgia meloni (19) giovani (25) guerra (74) intelligenza artificiale (25) italia (31) lavoro (38) letteratura (36) mario pacelli (30) media (58) milano (19) musica (110) napoli (20) politica (335) potere (187) rappresentazione (20) religione (22) roma (23) russia (21) salute (62) satira (20) scienza (20) scuola (27) seconda guerra mondiale (45) sinistra (18) società (351) stefano rolando (31) storia (39) teatro (27) tecnologia (20) televisione (32) tradizione (27) ucraina (34) violenza (19)



ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI