HO LE TRAVEGGOLE!

to seguendo, per motivi professionali, il grande dibattito che si sta svolgendo all’interno del Partito Democratico per la sua sopravvivenza ma anche alla ricerca di una sua identità perduta, a anche di un nome. Ho visto sezioni piene con gente appassionata che urla discute, si accapiglia.
Confesso di avere avuto difficoltà ad entrare e poi, una volta dentro, a prendere appunti in piedi con il taccuino appoggiato sulle spalle di un gentile giovanotto. Ho visto gente urlare fino a farsi prendere da stranguglioni, ho visto coniugi e fidanzati litigare, amicizie fin dall’infanzia rompersi. Ho visto persone anziane piangere.
Ho visto chi strappava la tessera del partito con gesti di rabbia. Ho visto dirigenti contestati, costretti a lasciare la presidenza a furor di popolo.
Ho visto un importante dirigente del partito sentirsi male e portato fuori dove lo aspettava l’ambulanza del 118, con gran fatica. La lite maggiore è sul nome che dovrebbe prendere il partito: chi vuole mantenere lo stesso nome, chi invece lo vuole chiamare partito di lavoratori o del lavoro.

Esco dalla riunione a fatica. Nella calca perdo il mio taccuino con gli appunti e mi dico che mai più oserò entrare in una sezione del partito democratico, anche per tutelare la mia saluta fisica e mentale.

Scusate, la mia tarda età mi ha fatto un brutto scherzo: ho confuso la visione del film di Nanni Moretti di trenta anni fa che si intitola “La Cosa” e dove si documentava il dibattito all’interno del partito comunista sul cambio del nome, dopo la caduta del sistema sovietico. E ho pensato di assistere all’accanito dibattito che avviene nei circoli del partito democratico.
Forse avevo le traveggole (antica parola ripresa dal Pinocchio, che Collodi fa dire a Geppetto quando vede che il suo burattino si muove e cammina).


SEGNALIAMO


NUOVE USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS


TAGS DEL MAGAZINE

agricoltura (18) alimentazione (30) ambiente (29) amministrazione (21) arte (60) cinema (38) civismo (44) comunismo (22) cultura (311) democrazia (34) economia (69) elezioni (43) energia (17) europa (36) fascismo (26) filosofia (24) formazione (24) giorgia meloni (19) giovani (25) guerra (74) intelligenza artificiale (25) italia (31) lavoro (38) letteratura (36) mario pacelli (30) media (58) milano (19) musica (110) napoli (20) politica (334) potere (187) rappresentazione (20) religione (22) roma (23) russia (21) salute (62) satira (20) scienza (20) scuola (27) seconda guerra mondiale (45) sinistra (18) società (351) stefano rolando (31) storia (39) teatro (27) tecnologia (20) televisione (32) tradizione (27) ucraina (34) violenza (19)



ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI