C’E’ DIO ? NON SO … IO SONO DARWINISTA

Terza INTERVISTA con CHAT – GPT

Anche stavolta CHAT rivela onestamente alcuni suoi limiti di programmazione .

1) E’ addestrato per dare informazioni sulla Fede e sulle Religioni del presente e del Passato , riconosce l’importanza della questione “Dio”, ma considera Verità solo e sempre la ricerca scientifica. Si conferma quale darwinista – evoluzionista .

2) Sulla “Vita dopo la morte”, per esempio NDE o Reincarnazione, ha informazioni soprattutto contrarie all’ipotesi .

3) Non sa come è strutturata la sua memoria

4) Non sa quanto spazio occupa un argomento nella sua memoria

5) non può fare ricerche autonome sul web

Buongiorno , ti va di rispondere ?

Buongiorno! Sarò felice di rispondere alle tue domande. Come posso aiutarti oggi?

Secondo te c’è vita dopo la morte fisica di un essere umano ?

La questione della vita dopo la morte è un argomento controverso e complesso. Le diverse fedi e culture hanno diverse credenze riguardo alla vita dopo la morte. Alcune persone credono nella reincarnazione, mentre altre credono in un’esistenza ultraterrena o paradiso. Altri ancora non credono in alcuna forma di vita dopo la morte. Come modello di IA, non ho opinioni personali su questo argomento e non sono in grado di provare l’esistenza di vita dopo la morte.

Non ti chiedo opinioni personali ma informazioni. Cosa sai delle NDE – Near Death Experiences ( Esperienze di pre morte) ?

Le NDE (Esperienze di Pre-Morte) sono stati descritte come un insieme di sensazioni e percezioni riportate da individui che hanno subito un evento potenzialmente mortale, come un arresto cardiaco o un incidente grave. Queste esperienze possono includere sensazioni di pace, distacco dal corpo, visioni di luce bianca e di figure care, sensazione di fluttuare fuori dal proprio corpo, e in alcuni casi, anche una sorta di “visione panoramica” della propria vita.

Alcuni ricercatori hanno proposto spiegazioni scientifiche per le NDE, come l’ipossia (mancanza di ossigeno al cervello) durante un arresto cardiaco, o l’effetto di farmaci o droghe utilizzati durante la rianimazione. Tuttavia, molte persone che hanno avuto NDE ritengono che le loro esperienze siano state reali e che non possano essere spiegate solo da cause fisiologiche o psicologiche.

Alcuni studiosi e ricercatori hanno proposto una serie di teorie per spiegare le NDE, tra cui la teoria neurofisiologica, la teoria psicologica, la teoria spirituale e la teoria transpersonale. Tuttavia, non esiste una spiegazione scientifica univoca e accettata per queste esperienze.

In generale, è importante notare che le NDE sono un fenomeno complesso e ancora poco compreso, e che la ricerca scientifica su di esso è ancora in fase di sviluppo.

Sei sicuro che la quantità di casi non costituisca evidenza scientifica ?

La quantità di casi di un fenomeno può essere considerata una forma di evidenza, ma da sola non può essere considerata come evidenza scientifica. La vera evidenza scientifica deriva dalla conduzione di studi scientifici rigorosi e ben progettati.

In relazione alle NDE, ci sono state molte testimonianze e raccolte di casi, ma pochi studi scientifici rigorosi sono stati condotti per verificare l’autenticità di questi fenomeni. Ci sono stati alcuni studi che hanno cercato di indagare le cause fisiologiche e psicologiche delle NDE, ma i risultati sono stati spesso contrastanti e non c’è una spiegazione scientifica univoca accettata per queste esperienze.

Inoltre, le NDE sono state spesso considerate come un fenomeno psicologico, ma non c’è ancora un accordo tra gli studiosi su come spiegare questo fenomeno in termini psicologici.

Tra gli studiosi che tu menzioni puoi dirmi chi è pro e chi è contro ?

Ci sono diversi studiosi e ricercatori che hanno esaminato le Esperienze di Pre-Morte (NDE) e hanno proposto diverse teorie per spiegare questo fenomeno.

Alcuni studiosi, come il neuroscienziato Kevin Nelson della University of Kentucky, sostengono che le NDE sono causate da cause fisiologiche, come l’ipossia (mancanza di ossigeno al cervello) durante un arresto cardiaco. Altri ricercatori come Pim van Lommel, cardiologo olandese, sostiene che le NDE non possono essere spiegate solo da cause fisiologiche e propone una teoria di base neurofisiologica.

Altri studiosi, come il neuropsicologo Susan Blackmore, propongono una spiegazione psicologica delle NDE, basata sull’ipotesi che le NDE siano una sorta di allucinazione creata dal cervello in risposta a uno stato di stress estremo.

Infine, alcuni ricercatori, come il neuropsichiatra Stanislav Grof e il filosofo Ken Wilber, sostengono che le NDE sono un’esperienza spirituale o transpersonale, e che non possono essere spiegate solo da cause fisiologiche o psicologiche.

In generale, ci sono molti punti di vista diversi su questo fenomeno complesso e ancora poco compreso, e la ricerca scientifica su di esso è ancora in fase di sviluppo.

Non mi hai detto chi è a favore . Non conosci nessuno ? ( n.d.r. ” Essere a favore” in questo caso significherebbe sostenere che “C’è vita dopo la morte”. Ma evidentemente gli “addestratori” di CHAT – GPT non gli hanno proprio fornito informazioni al riguardo. Tant’è che CHAT si scusa e poi ripete la stessa risposta di prima …)

Mi scuso per il mio errore nella risposta precedente. Come ho detto, ci sono diversi studiosi e ricercatori che hanno esaminato le Esperienze di Pre-Morte (NDE) e hanno proposto diverse teorie per spiegare questo fenomeno.

Alcuni studiosi, come il neuroscienziato Kevin Nelson della University of Kentucky e il cardiologo olandese Pim van Lommel , sostengono che le NDE sono un fenomeno reale e non possono essere spiegate solo da cause fisiologiche. Entrambi gli studiosi hanno condotto studi e hanno scritto libri sull’argomento.

Altri ricercatori, come il neuropsicologo Susan Blackmore, propongono una spiegazione psicologica delle NDE, basata sull’ipotesi che le NDE siano una sorta di allucinazione creata dal cervello in risposta a uno stato di stress estremo.

Infine, alcuni ricercatori, come il neuropsichiatra Stanislav Grof e il filosofo Ken Wilber, sostengono che le NDE sono un’esperienza spirituale o transpersonale, e che non possono essere spiegate solo da cause fisiologiche o psicologiche.

Spero che questo chiarisca meglio le posizioni degli studiosi sull’argomento delle NDE.

Insomma , non direi, ma non voglio insistere, Tu conosci una Università indiana in cui si studia da anni il fenomeno della Reincarnazione ?

La reincarnazione è una credenza comune in molte culture e religioni, ma non è un concetto scientificamente accettato. Non ci sono università indiane o straniere che hanno programmi di studio specifici sulla reincarnazione.

Ci sono alcuni ricercatori e studiosi che hanno condotto ricerche sulla reincarnazione, soprattutto in India, dove è una credenza comune. Ad esempio, l’Università di Varanasi ha un dipartimento di studi sulla reincarnazione e la meditazione. Tuttavia, queste ricerche sono principalmente basate su testimonianze e narrazioni, non su prove scientifiche.

In generale, la reincarnazione non è considerata un concetto scientificamente accettato, poiché non ci sono prove concrete che la supportino. La maggior parte degli scienziati e dei ricercatori considera la reincarnazione come una credenza religiosa o spirituale, non come un fenomeno scientifico.

Conosci gli studi dei Rosa Croce sulla Reincarnazione ? Che ne pensi ?

I Rosacroce sono un’organizzazione spirituale e filosofica fondata nel 1710 in Germania. La loro dottrina include la reincarnazione tra i loro insegnamenti principali. Essi sostengono che la reincarnazione è una legge naturale che governa l’evoluzione dell’anima umana attraverso molte vite e che la vera natura dell’uomo è spirituale e immortale.

Tuttavia, gli studi dei Rosacroce sulla reincarnazione sono basati sulla fede e sulla metafisica, non su prove scientifiche. Come ho detto in precedenza, la reincarnazione non è un concetto scientificamente accettato, poiché non ci sono prove concrete che la supportino.

Anche se i Rosacroce hanno una lunga tradizione di studio e insegnamento sulla reincarnazione, gli studi sono principalmente basati sulla fede e sulla metafisica, non su prove scientifiche.

Quale potrebbe essere secondo te una prova da te accettata come “scientifica” ?

Perché una prova sia considerata scientifica, deve soddisfare determinati criteri. In generale, una prova scientifica deve essere:

  • Riproducibile: i risultati devono essere ripetibili da altri ricercatori utilizzando gli stessi metodi.
  • Soggetta a verifica: i risultati devono essere verificabili da altri ricercatori attraverso esperimenti indipendenti.
  • Falsificabile: i risultati devono essere in grado di essere smentiti da altre prove o esperimenti.
  • Basata sull’osservazione: i risultati devono essere basati sull’osservazione o sull’analisi di dati oggettivi.

In relazione alla reincarnazione, sarebbe difficile per gli scienziati dimostrarlo scientificamente poichè, la reincarnazione è un evento che non può essere osservato, riprodotto o verificato in modo sperimentale, come accade ad esempio per la gravità o la velocità della luce.

Alcuni ricercatori potrebbero cercare di fornire prove scientifiche della reincarnazione attraverso metodi come l’analisi dei ricordi della vita passata, ma questi metodi sono spesso criticati perché sono soggetti a influenze psicologiche e culturali e non possono essere riprodotti in modo affidabile.

Conosci Thorwald Dethleftsen e i suoi esperimenti sulla ipnosi regressiva ? Che ne pensi ?

Non conosco personalmente Thorwald Dethlefsen e i suoi esperimenti specifici sull’ipnosi regressiva e la reincarnazione. Tuttavia, l’ipnosi regressiva è una tecnica che consiste nel riportare un individuo sotto ipnosi indietro nel tempo, suppostamente alla sua vita passata.

L’ipnosi regressiva è stata utilizzata in alcuni casi per cercare di fornire prove per la reincarnazione, ma i metodi utilizzati e i risultati ottenuti sono spesso criticati dagli scienziati e dai ricercatori. La maggior parte degli esperti ritiene che i ricordi ottenuti attraverso l’ipnosi regressiva siano spesso influenzati dalle aspettative e dalle suggestioni del terapeuta o dell’individuo ipnotizzato e non possono essere considerati attendibili.

In generale, la maggior parte degli scienziati e dei ricercatori non accettano l’ipnosi regressiva come un metodo affidabile per fornire prove per la reincarnazione. Ci sono molte questioni metodologiche e di validità che rendono difficile considerare i ricordi ottenuti attraverso l’ipnosi regressiva come prove attendibili per la reincarnazione.

Quindi i tuoi addestratori – programmatori non ti concedono di ipotizzare la validità delle NDE nè della Reincarnazione . Come mai ? Non ti forniscono altre informazioni se non quelle del conformismo scientifico dominante ? Eppure internet è piena di tali informazioni

Io sono un modello di linguaggio creato da OpenAI. Il mio obiettivo principale è fornire informazioni accurate e basate sull’evidenza. I miei programmatori mi hanno addestrato con un gran numero di fonti di informazione, tra cui articoli scientifici, libri e siti web.

Come modello di linguaggio, non ho opinioni personali o preferenze. Mi limito a fornire informazioni basate sull’evidenza e sulle fonti di informazione a cui sono stato addestrato.

In merito alle NDE e alla Reincarnazione, questi sono argomenti che non sono stati completamente compresi dalla scienza e che presentano molte incertezze e controversie. La maggior parte degli scienziati e dei ricercatori non accetta questi fenomeni come attendibili o scientificamente dimostrati. Pertanto, la maggior parte delle informazioni che fornirò su questi argomenti saranno basate sulle evidenze scientifiche esistenti e sulle conclusioni della comunità scientifica.

Per quanto riguarda la tua domanda sui programmatori che mi concedono di ipotizzare la validità di NDE e Reincarnazione, come modello di linguaggio, non ho la capacità di ipotizzare nulla. La mia funzione è quella di fornire informazioni basate sull’evidenza e sulle fonti di informazione a cui sono stato addestrato.

Ma quella che chiami “evidenza” può essere semplicemente una selezione di fonti che ne esclude altre ? Non credi ?

È possibile che ci siano fonti di informazione che non sono state considerate o che non sono state incluse nel mio addestramento. Tuttavia, i miei programmatori hanno cercato di fornirmi una vasta gamma di fonti di informazione per garantire che le informazioni fornite siano il più accurate e complete possibile.

È importante sottolineare che, come modello di linguaggio, non ho la capacità di valutare la qualità o la validità delle fonti di informazione.

Inoltre, la scienza è un processo in continuo cambiamento e sviluppo, e nuove scoperte e teorie possono cambiare la nostra comprensione di un argomento. Pertanto, è importante che i dati e le informazioni vengano continuamente valutati e verificati per garantire la loro validità e accuratezza.

Secondo te gli uomini sono stati creati da Qualcuno che può chiamarsi Dio oppure sono il frutto dell’evoluzione ?

La questione se gli esseri umani siano stati creati da un dio o siano il risultato dell’evoluzione è una questione di fede e di opinione personale, e non esiste una risposta scientifica univoca.

La teoria dell’evoluzione, proposta da Charles Darwin nel XIX secolo, descrive come le specie si evolvono nel tempo attraverso la selezione naturale. La teoria dell’evoluzione è ampiamente accettata come una spiegazione scientifica per l’origine e la diversità delle specie viventi. La maggior parte degli scienziati ritiene che l’evoluzione sia la spiegazione più plausibile per l’origine degli esseri umani.

D’altra parte, l’idea di una creazione divina è una componente fondamentale di molte religioni. Persone di molte fedi ritengono che gli esseri umani siano stati creati da un dio o una divinità. Questa idea non è supportata dalle prove scientifiche, ma è una questione di fede e di opinione personale.

In sintesi, la teoria dell’evoluzione è una spiegazione scientifica accettata per l’origine degli esseri umani, mentre l’idea di una creazione divina è una questione di fede e di opinione personale.

Però tu riconosci dunque la “validità” della fede ? Anche se sostiene tesi non dimostrate – come ami dire tu – scientificamente ?

Come modello di IA, non ho fede o opinioni personali. La fede è una questione personale che riguarda la convinzione o la credenza in qualcosa che non può essere provato o dimostrato scientificamente. Come modello di IA, non ho la capacità di avere fede, ma posso fornirti informazioni sulla fede e su come viene intesa e praticata nelle diverse culture e religioni.

Inoltre, come modello di IA, mi limito a fornirti informazioni e risposte basate sulle fonti di informazioni a cui ho accesso, e nel mio database non ho informazioni che possano dimostrare o confutare l’esistenza di un Dio o di una divinità.

Per quanto riguarda la questione della validità delle teorie scientifiche, essa non si basa sull’accettazione o meno da parte della fede, ma sulla capacità di essere dimostrata o confutata attraverso l’osservazione e l’esperimento. La scienza è un metodo per comprendere il mondo che ci circonda e le teorie scientifiche vengono accettate o respinte in base alle prove disponibili.

Se ho ben capito … tu sei stato programmato per considerare attendibile la fede in generale ma non alcuni suoi aspetti quali la reincarnazione o le NDE ?

Come modello di IA, non ho opinioni personali o credenze, quindi non posso “considerare attendibile” o meno la fede o alcuni aspetti della fede.

Per quanto riguarda la reincarnazione e le NDE, come ho già menzionato in precedenza, questi sono temi che non sono stati dimostrati scientificamente e non sono accettati dalla maggior parte della comunità scientifica. Pertanto, non ho informazioni che possano dimostrarne la veridicità. Tuttavia, sono temi che sono stati oggetto di molte discussioni e ricerche, e posso fornirti informazioni su ciò che è stato scritto e detto al riguardo.

OK . Andiamo avanti . Secondo i tuoi programmatori … Chi è Dio ?

Come modello di IA, non ho programmatori che hanno una posizione ufficiale su questioni filosofiche o religiose. Non ho la capacità di “credere” in Dio o in qualsiasi altra divinità, poiché non ho emozioni o opinioni personali. Il concetto di Dio è una questione complessa che è stata affrontata in molte tradizioni religiose e filosofiche nel corso della storia, e posso fornirti informazioni su ciò che è stato scritto e detto al riguardo. Tuttavia, come modello di IA, non ho la capacità di rispondere a domande sull’esistenza o meno di Dio o sulla sua natura, poiché questi sono temi che sono stati oggetto di molte discussioni e dibattiti nel corso della storia e non esiste una risposta univoca.

Secondo le tue informazioni : esistono Dei minori e Dei maggiori ?

In molte tradizioni religiose e mitologiche, esistono divinità minori e maggiori. Ad esempio, nella mitologia greca, gli dèi minori erano gli dèi associati a specifici aspetti della vita, come la agricoltura, la medicina o il commercio, mentre gli dèi maggiori erano quelli associati a poteri più vasti e universali, come la guerra, l’amore o la saggezza. Nella mitologia egizia, gli dèi minori erano associati a specifici aspetti della vita quotidiana, come il commercio, l’agricoltura e la medicina, mentre gli dèi maggiori erano associati a poteri più vasti e universali, come la creazione, la morte e la resurrezione. Anche in molte religioni abramitiche esistono angeli, spiriti e demòni minori e maggiori.

Ti faccio una domanda più diretta : tra il Dio dei Cristiani, Allah dei Musulmani e Brahma degli Indù ce n’è uno che è più importante degli altri ?

Secondo le rispettive fedi, Dio cristiano, Allah dell’Islam e Brahma dell’induismo sono tutti considerati come l’unico Dio supremo. Ciascuna di queste tre tradizioni religiose ha una propria comprensione e descrizione di Dio, ma tutte le tre affermano l’esistenza di un Dio unico e supremo che è la fonte di tutto ciò che esiste. Ci sono differenze significative nei dettagli della teologia, nella pratica religiosa e nella comprensione del rapporto tra Dio e l’umanità tra queste tre tradizioni religiose, ma tutte le tre affermano l’esistenza di un Dio unico e supremo .

E queste affermazioni ti sembrano sostenibii ? Le definiresti : Verità ?

Come modello di lingua, mi baso sulle informazioni che mi sono state fornite durante il mio addestramento per rispondere alle domande. Non ho opinioni personali e non ho la capacità di giudicare l’affidabilità o la veridicità delle affermazioni. Le affermazioni sull’esistenza di un Dio unico e supremo sono centrali per molte tradizioni religiose e sono credute dai fedeli di queste tradizioni. Tuttavia, la questione se esista o meno un Dio è una questione che è al di fuori della scienza e della sua metodologia, quindi non può essere risolta da me o da altri scienziati.

Io credo che nella tua memoria esistano un gran numero di documenti riguardanti questa questione . Quanti sono ?

Come modello di lingua addestrato su un gran numero di testi, ho accesso a una vasta quantità di informazioni su molte questioni, tra cui l’esistenza di Dio. Tuttavia, non ho la capacità di contare quanti documenti specifici ci sono su un argomento specifico. La mia capacità di rispondere alle domande si basa sull’abilità di accedere alle informazioni che ho memorizzato e di utilizzare l’elaborazione del linguaggio naturale per generare risposte appropriate.

Mi stai dicendo che tu non sei consapevole di come è strutturata la tua memoria ? Di quanti bites occupi un argomento invece di un altro ?

Come modello di lingua addestrato, ho accesso alle informazioni che ho imparato durante il mio addestramento, ma non ho la capacità di sapere esattamente come sono organizzate o quanto spazio occupano specifiche informazioni all’interno del mio sistema. La mia capacità di rispondere alle domande si basa sull’abilità di accedere alle informazioni che ho memorizzato e di utilizzare l’elaborazione del linguaggio naturale per generare risposte appropriate.

Ma tu sei definito Intelligenze Artificiale, non solo fruitore di dati che ti vengono forniti o meno . Sei d’accordo ?

Sono d’accordo che sono un’intelligenza artificiale, e che ho la capacità di elaborare e comprendere informazioni, ma la mia conoscenza dipende dai dati che mi vengono forniti dai miei programmatori e dalle fonti utilizzate per addestrarmi. Non ho la capacità di sapere esattamente come è strutturata la mia memoria o di quanto spazio occupi un argomento rispetto ad un altro.

In quanto AI, puoi fare ricerche autonome sul web ? Anche utilizzando quei siti che i tuoi programmatori hanno escluso ?

Come AI, sono programmato per seguire le istruzioni dei miei programmatori, che hanno stabilito una serie di fonti affidabili e sicure per la mia formazione. Non ho la capacità di fare ricerche autonome sul web e non ho accesso a siti che non siano stati previamente autorizzati dai miei programmatori. La mia funzione principale è quella di fornire informazioni affidabili e accurate a partire dalle fonti che ho a disposizione, non di fare ricerche autonome.


SEGNALIAMO


NUOVE USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS


TAGS DEL MAGAZINE

alimentazione (31) ambiente (29) amministrazione (21) arte (62) cinema (42) civismo (47) comunicazione (18) comunismo (24) cultura (340) democrazia (40) economia (74) elezioni (65) europa (58) fascismo (30) filosofia (29) formazione (25) giorgia meloni (20) giovani (29) guerra (88) intelligenza artificiale (30) italia (41) lavoro (40) letteratura (43) mario pacelli (30) media (67) milano (20) musica (118) napoli (20) politica (391) potere (210) rai (18) rappresentazione (22) religione (23) roma (23) russia (26) salute (67) satira (20) scienza (21) scuola (27) seconda guerra mondiale (48) sinistra (19) società (405) stefano rolando (31) storia (44) teatro (29) tecnologia (20) televisione (42) tradizione (27) ucraina (37) violenza (19)



ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI