UN TEA NEL SALOTTO DI TORINO

Antica Drogheria Via O. Assarotti, 19/a Tel. 338/950 4617 Chiuso: Sabato pomeriggio e Domenica

Nei pressi di Piazza Arbarello c’è una bottega che ricorda, pur nel suo fascino rinnovato, le drogherie di una volta. Le lettere d’oro dell’insegna introducono in un locale storico di inizio Novecento che, dal 2002, Giulia Freschi ha magistralmente riportato in vita. Nel locale deputato alla vendita, sovrastati da volte con mattoni a vista, dalle scansie dove prima si trovavano spezie e prodotti coloniali ora ammiccano tè e tisane aromatizzati, oltre a colorati oggetti di arredo. Sulle scaffalature poggiano prodotti di gastronomia di alta qualità, soprattutto del territorio: cioccolato, paste di meliga, confetture, mieli piemontesi, nocciolini di Chivasso, torrone d’Alba e, nel periodo natalizio, panettoni. Nella stanzetta sul retro c’è posto per il salato: paste secche, risi speciali (tra cui il nero profumato integrale, cremisi, integrale rosso), prodotti in barattolo e qualche bottiglia di vino. C’è pure un angolo torrefazione.

Erboristeria Ditta Rosa Serafino Piazza della Consolata, 5 Tel. 011/4368789 Chiuso: Domenica

L’erboristeria in questione nasce nel 1875 in una delle piazze più belle della città, Piazza della Consolata. La grande insegna storica ne evidenzia la presenza, mentre le due vetrine sono inserite in una cornice muraria intonacata e centinata, con le lunette sovrastanti protette da inferriate a disegno geometrico; infine, i serramenti sono in legno con zoccolo intagliato. Varcata la soglia, il bancone, sempre di legno, è posizionato sulla destra, mentre la parete di sinistra, ospita i contenitori in vetro in cui sono conservate le spezie, gli infusi e i tè. Dietro al banco si intravede il retro del negozio, un luogo dove ancora si pratica la ricerca e lo studio per creare infusi e miscele curative. Non mancano i prodotti per la cura del corpo e per il proprio benessere, di qualsiasi tipologia e per qualsiasi necessità. Il personale è gentile e soprattutto molto qualificato, consigliando bene il cliente in base alle proprie esigenze.

In questa bottega, situata a pochi passi dalla bellissima Piazza Vittorio, si trovano oltre cento tipologie di tè di Mariage Frères, un’azienda francese tra le più rinomate al mondo, accanto a tè provenienti dalla Cina e dal Giappone, con fragranze agrumate, floreali, speziate e fruttate. A questa cospicua selezione di tè si affiancano gli zuccheri decorati di Belle de Sucre dai colori vivaci e realizzati con pigmenti naturali non aromatizzati che colorano delicatamente la bevanda in cui vengono fatti sciogliere. L’offerta si completa con la selezione dei mieli – di castagno, acacia, le teerie la spesa di qualità / 40 vanda, tiglio – e dei biscotti, con i buonissimi Walkers ricchi di burro oppure integrali, i Duchy originals provenienti dalle fattorie biologiche del Principe di Carlo d’Inghilterra, e alcune varietà di pasticcini della tradizione piemontese.

Quando si entra in questa bottega ci si affeziona subito: abbandonate qualsiasi idea che avete delle classiche erboristerie, perché Melissa è qualcosa di più. Il fresco odore di lavanda colpisce l’olfatto appena entrati e la luce soffusa invita il cliente a rilassarsi e a lasciare alle spalle i vari problemi di giornata. Di fronte all’ingresso c’è una parete ricca di tisane ed infusi, preparati in casa in piccole confezioni (costo 3 euro) e tutte nominate per il sintomo preciso che possono curare o almeno lenire; ad esempio consigliata per chi dorme poco è la “Fa bei sogni”. La parete continua con i vari profumi per l’ambiente e teiere colorate ed eleganti. Proseguendo, sul lato opposto si apre la zona cosmesi, ben fornita di qualsiasi prodotto di cui si senta l’esigenza, tutti biologici, vegetali e non testati sugli animali. Insomma, la parola chiave di questo piccolo scrigno torinese è “benessere”!

Non capita spesso di imbattersi in un locale che vende solo tè e gli utensili che servono per realizzarlo e berlo al meglio, ma Torino offre alcune opzioni. Una di queste è Tea & Company, tempio per gli amanti dei tè dove è possibile trovare diverse miscele provenienti dall’Inghilterra, dalla Cina, dal Giappone e persino dalla Germania. I tè sono conservati in grandi barattoli di alluminio e sono esposti vicino alle porcellane giapponesi dipinte a mano. Oltre ai tè, il negozio importa anche alcune specialità alimentari inglesi, come l’ottima confettura Wilkin&SonsLtd, disponibile in diversi gusti, e i biscotti per accompagnare una buona tazza di tè.

A chi è amante del tè e degli infusi consigliamo di fare una tappa in questa bella bottega del Quadrilatero. Luogo storico della città, è nato prima come torrefazione nell’800 (ancora oggi è possibile gustare dei buoni caffè grazie alle varie miscele proposte), per poi rivolgersi all’antica tradizione del tè. Il locale è piccolo ma accogliente, con l’insegna di una volta che invita i clienti ad entrare e a sostare in quello che assomiglia molto più a un bar che a una bottega vera e propria, con la macchina del caffè esposta. La carta dei tè è varia e composita, con diverse miscele provenienti da più parti del mondo (Cina, Giappone, India e Nepal, solo per citarne alcune) e qualche infuso come quello allo zenzero da noi provato. L’offerta di The Tea si completa di spezie, sali, confetture, sciroppi, creme spalmabili, mieli e mostarde, tutte selezionati da produttori artigianali. È possibile, inoltre, acquistare delle belle teiere artigianali.


NUOVE USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS


TAGS DEL MAGAZINE

alimentazione (31) ambiente (29) amministrazione (21) arte (62) cinema (42) civismo (47) comunicazione (18) comunismo (24) cultura (340) democrazia (40) economia (74) elezioni (65) europa (60) fascismo (30) filosofia (29) formazione (25) giorgia meloni (20) giovani (29) guerra (88) intelligenza artificiale (30) italia (41) lavoro (40) letteratura (43) mario pacelli (30) media (67) milano (20) musica (118) napoli (20) politica (394) potere (210) rai (18) rappresentazione (22) religione (23) roma (23) russia (26) salute (67) satira (20) scienza (21) scuola (27) seconda guerra mondiale (48) sinistra (19) società (407) stefano rolando (31) storia (44) teatro (29) tecnologia (20) televisione (42) tradizione (27) ucraina (37) violenza (19)



ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI