ROMA LE CITTÀ INCUBATORE

ROMA LE CITTA’ INCUBATORE

REDAZIONE POLIS UTOPIE

Il “design gov jam” di Roma è ambiziosissimo. Il titolo è “Only 48 hours to shock the public sector”. L’avventura dura 48 ore ed è dedicata a riflettere sulle sfide delle “100 net zero cities”, le città che si pongono l’obiettivo di essere SMART ed a emissioni zero entro il 2030, e ideare soluzioni innovative che siano uno strumento efficace per migliorare concretamente la vita dei cittadini.
Il jam di Roma nasce intorno ad un gruppo di designer che si impegnano da anni nella divulgazione delle pratiche di design come strumento per il cambiamento sistemico.

Il programma promuove iniziative per la riduzione del climate change in città pilota che avviano la loro transizione climatica urbana. Le azioni riguardano vari settori, dall’edilizia alla gestione e smaltimento dei rifiuti, alla governance, alla finanza e alla politica.

Le città pilota sperimenteranno nuovi modi per arrivare rapidamente alla emissione zero di carbonio nel corso di un programma biennale e saranno un terreno di prova per l’adozione di approcci sistemici, inclusivi e multi-livello per trasformare i sistemi urbani, che dopo una fase di sperimentazione verranno scalate anche in altre città.

Insomma la città che sperimenta e fa da incubatore a buone idee che possono essere replicate, contestualizzate e scalate altrove, secondo una logica propria delle startup e dell’innovazione aperta.

L’evento romano serve a coinvolgere e fare innovazione aperta, coinvolgendo il maggior numero di attori possibile. Nello slang degli startupper e dei giovani innovatori una “Jam” è un evento “collaborativo” e no-profit, a cui partecipano designer professionisti che condividono la passione per la crescita e lo sviluppo del design dei servizi, un approccio che mette al centro l’esperienza dell’utente.

Il “design gov jam” è una full immersion di 48 ore, che si svolge in contemporanea in diverse parti del mondo, durante le quali i partecipanti sviluppano e progettano servizi innovativi partendo da un tema condiviso a livello globale.

L’evento di questo weekend ha come ambito di riferimento quello della Pubblica Amministrazione. Ha l’obiettivo specifico è quello di progettare e riprogettare i servizi che la Pubblica amministrazione eroga, sviluppando idee innovative. All’evento partecipano dirigenti e impiegati della PA, designer, developers, studenti, business people, startuppers che nell’ottica della sperimentazione, dell’innovazione, della cooperazione e e della competizione lavoreranno in team multidisciplinari guidati da “mentor” (esperti del settore).


SEGNALIAMO

  • Affetto notte

    Affetto notte

    Alcune “Riflessioni sulle ombre di Acca Larenzia” esaminando il retroterra storico-culturale, psicologico e morale, degli eredi dei seguaci della Repubblica Sociale Italiana.

    SCOPRI


  • Alessandra Todde eviti inchieste parlamentari e legislazione speciale

    Alessandra Todde eviti inchieste parlamentari e legislazione speciale

    Gli studi di Antonello Mattone e Salvatore Mura sulla storia della Sardegna Salvatore Sechi Docente universitario di storia contemporanea Lo storico sardo Salvatore Sechi prendendo spunto da alcuni studi sulla storia delle inchieste parlamentari e della legislazione speciale per la Sardegna, invita il neo governatore dell’isola a non ripetere errori commessi dalle classi dirigenti isolane:…

    SCOPRI


  • Botta e risposta fra Israele e Iran: il Mondo chiede che ci si fermi qui

    Botta e risposta fra Israele e Iran: il Mondo chiede che ci si fermi qui

    A pochi giorni dal massiccio attacco iraniano respinto dalla contra-aerei israeliana, il punto sulla situazione dopo le intense attività diplomatiche.

    SCOPRI


  • CHI VUOLE UCCIDERE IL SERVIZIO PUBBLICO E PERCHÉ

    GIACOMO MAZZONEDirettore responsabile Democrazia futura, esperto di Internet Governance Il canone radiofonico e poi radiotelevisivo istituito per Regio Decreto nel 19381 è sicuramente un istituto per molti versi obsoleto e sicuramente “antico”. Ma –come per la democrazia- non ne sono stati inventati finora di migliori e quindi bisognerebbe pensarci -non una ma cento volte- prima…

    SCOPRI


  • DEMOCRAZIA FUTURA PER IL MONDONUOVO.CLUB

    Nell’editoriale scritto per l’undicesimo fascicolo di Democrazia Futura (datato luglio-settembre 2023 ma in uscita solo nelle prossime settimane, Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienza politica presso l’Università di Bologna e socio dell’Accademia dei Lincei, commenta il disegno di legge costituzionalepresentato dal governo evidenziandone i due punti cruciali. Secondo il noto scienziato politico «l’elezione popolare diretta del Primo…

    SCOPRI


  • Dietro alle due guerre lo spettro del ritorno del terrorismo integralista

    Dietro alle due guerre lo spettro del ritorno del terrorismo integralista

    Tre corrispondenze delle cronache di un mese di scontri, sofferenze, speranze disattese, trattative infruttuose.

    SCOPRI


  • DUE PIACEVOLI RICORDI DI UGO INTINI

    DUE PIACEVOLI RICORDI DI UGO INTINI

    Rividi Ugo Intini il 23 maggio 2018 quando organizzammo insieme a Roberto Amen nell’ambito della nostra associazione Infocivica un seminario all’università di Roma La Sapienza dedicato al tema: Uno studio sempre più aperto: Gli anni Ruggenti del TG2.

    SCOPRI


  • IL COMUNISMO EMILIANO: VARIANTE STORICA DELLA SOCIALDEMOCRAZIA

    IL COMUNISMO EMILIANO: VARIANTE STORICA DELLA SOCIALDEMOCRAZIA

    Su una ricerca della Fondazione Gramsci di Bologna DEMOCRAZIA FUTURASALVATORE SECHI, Docente universitario di storia contemporanea In Emilia Romagna, al Pci è riuscito il disegno, e l’operazione, in cui era fallito – secondo Giuliano Procacci, in un intervento sul settimanale del Pci Rinascita – il partito bolscevico: cioè la conversione da partito di lotta armata,…

    SCOPRI


  • Il conflitto nel “determinismo incantato del calcolo”

    Il conflitto nel “determinismo incantato del calcolo”

    Bruno e Vico, spiega Biagio De Giovanni, sono due cristiani senza rivelazione, ossia due testimonianze di un pensiero che si confrontano con l’infinito senza potersi sostenere con la soluzione divina.

    SCOPRI


  • IL GRANDE BURATTINAIO DELLA TELEVISIONE

    Ma a dire della sfaccettatura di una personalità va anche ricordata la sua candidatura con i Radicali nel 1986, l’iscrizione alla Loggia P2 di Licio Gelli, una società fondata nel 2000 con Alessandro Benetton – la scuola per aspiranti a un’immagine pubblica Maurizio Costanzo Comunicazione – la presidenza di Mediatrade e cioè del ramo-fiction di…

    SCOPRI