AL SERVIZIO DELLA REPUBBLICA

REDAZIONALE, FONTE ANSA

Sarà presentata lunedì pomeriggio al Viminale la Fondazione tra gli Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, “una novità assoluta nel panorama onorifico del nostro Paese, un nuovo soggetto giuridico per la promozione dei valori costituzionali, in grado di esercitare un ruolo da protagonista nell’azione di salvaguardia dei principi che hanno costruito l’Italia”. La Fondazione è stata costituita grazie al contributo di 170 decorati del massimo istituto cavalleresco nazionale e pronta “ad accogliere quanti, fra i decorati della Repubblica, vogliano continuare ad operare al servizio del Paese e per il benessere delle future generazioni”.

Fra i fondatori si annoverano oltre ottanta prefetti e questori in servizio e a riposo, magistrati, rettori e docenti universitari, dirigenti ed ex dirigenti degli Organi costituzionali e della Pubblica amministrazione, liberi professionisti, alti gradi delle Forze Armate, esponenti di spicco del mondo dello sport, del volontariato e del terzo settore. Tutti accomunati dalla volontà di tradurre il riconoscimento onorifico loro conferito dalla Repubblica in un impegno qualificato in favore della collettività nazionale.

La Fondazione, costituita il 2 ottobre e iscritta nel Registro delle Persone giuridiche, sarà presentata dal presidente, prefetto Francesco Tagliente. Saranno presenti, fra gli altri, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, che chiuderà i lavori, e il segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri Carlo Deodato, delegato dalla Presidente Giorgia Meloni.

“La scelta di costituirsi in Fondazione, che prevede rigidi vincoli statutari, economici e di gestione, delinea immediatamente le peculiarità del nuovo ente giuridico che vuole essere, anzitutto, un’officina di umanità e di cultura e un serbatoio di competenze specialistiche messe a disposizione delle pubbliche amministrazioni e del mondo delle imprese per iniziative culturali, sociali e formative”.

“La governance della Fondazione è affidata a un Consiglio di Amministrazione composto da cinque consiglieri compreso il presidente (due prefetti, un questore, un’ex dirigente del Quirinale e un docente della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa); un Consiglio d’Indirizzo composto da quindici consiglieri (cinque prefetti, due dirigenti superiori e un vice questore della Polizia di Stato, un generale dell’Arma dei Carabinieri, un rappresentante ciascuno del mondo del volontariato, dell’università, della ricerca e dello sport nazionale, un dirigente del Cerimoniale di Stato, il Presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia., una ex ispettrice Nazionale del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana) e un Collegio dei Revisori. Sono organismi della Fondazione il Comitato scientifico, il Collegio di garanzia, i Comitati consultivi e i Comitati provinciali, con sede nei capoluoghi di Provincia, che coordinano le attività statutarie e propongono la designazione di referenti territoriali comunali o intercomunali.

La presenza della Fondazione all’estero e presso le istituzioni europee e internazionali è garantita da un Comitato internazionale con sede a Bruxelles. Al centro delle iniziative ritenute di immediata operatività si pone l’impegno a promuovere una cultura condivisa per superare la crisi di valori di alcune fasce giovanili e favorire il benessere delle future generazioni. Ciò anche grazie all’offerta di metodologie innovative come l’apporto delle neuroscienze per la precoce individuazione dei fattori di rischio e per alimentare la cultura del rispetto del sistema delle regole interpersonali.

Sono temi di stringente attualità che impegneranno gli esperti della Fondazione – coordinati dal consigliere d’Indirizzo e neuropsichiatra Pietro Pietrini, già Rettore della Scuola IMT Alti Studi Lucca – in un’azione destinata a coinvolgere il mondo della scuola e le famiglie. Strettamente legato alla formazione dei giovani è il progetto #SceglilastradaGIUSTA, curato dal consigliere di Amministrazione Roberto Massucci, attualmente questore di Verona, che accomuna nell’attività di comunicazione genitori, docenti e studenti. L’impegno della Fondazione Insigniti OMRI non può non guardare ai costanti mutamenti sociali nel cui ambito i temi dell’immigrazione e dell’identità individuale e sociale delle giovani generazioni rappresentano una priorità.

La sostenibilità ambientale e le emergenze climatiche richiedono un approccio misurato e responsabile, sempre sotto l’egida della scienza attraverso un programma d’informazione e confronto. La sensibilità che il mondo giovanile dimostra verso le tematiche ambientali è testimonianza di una consapevolezza sana che richiede occasioni di dialogo, proprio per stimolare lo sviluppo di una società capace di guardare al proprio futuro con una prospettiva matura e responsabile. La sostenibilità ambientale, infatti, rappresenta anche un’occasione di sviluppo competitivo delle aziende e delle comunità attraverso l’apertura di nuovi scenari economici e lavorativi.

Sono in cantiere numerose iniziative legate ai simboli della Repubblica e alla materia cerimoniale, in particolare incontri, verifiche, consulenze e corsi presso le pubbliche amministrazioni e le imprese, curati da un gruppo di esperti della Fondazione di assoluta levatura, dal Prefetto Alessandro Giacchetti agli ex Capi del Cerimoniale di Stato Eugenio Ficorilli, Ilva Sapora ed Enrico Passaro, dallo storico e araldista Michele D’Andrea al Questore Domenico Cerbone. Con la costituzione della Fondazione Insigniti OMRI anche l’Italia può contare su un ente giuridico riconosciuto in grado di rappresentare gli insigniti del primo ordine cavalleresco nazionale (ANSA).


SEGNALIAMO

  • FOLLOWER O FEDELI: PADRE PIO SU TIKTOK

    FOLLOWER O FEDELI: PADRE PIO SU TIKTOK

    Dalla chat al profilo TikTok: così Padre Pio comunica oggi coi suoi fedeli. 46mila sono i follower della pagina “La tua forza”, impegnati ad ascoltare i consigli e le preghiere generate dall’IA del santo di Pietrelcina. La chat con Padre Pio, diventata famosa pochi anni fa, dimostra come la tecnologia, inclusa l’intelligenza artificiale, possa essere…


  • SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, SCIENZIATI IN ALLARME

    Il podcast della settimana di Stefano Rolando


  • MONDO FABRIZI

    MONDO FABRIZI

    Ma Aldo Fabrizi è anche un grande attore drammatico: il suo personaggio di don Pietro in Roma città aperta è forse quanto di meglio abbia saputo esprimere il nostro grande cinema in fatto di recitazione.


  • Teheran: guerra sì ma fuori dai propri confini

    Teheran: guerra sì ma fuori dai propri confini

    La Siria è diventata il campo neutro dove si combatte la sfida mondiale tra tutte le grandi potenze del mondo.


  • L’ INVERNO DELLA DEMOGRAFIA…

    L’ INVERNO DELLA DEMOGRAFIA…

    “Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.” Woody Allen, 1979, Manhattan. L’inverno della demografia in Italia. Si sa da anni che siamo nel pieno dell’inverno demografico. Sappiamo che in Italia non si fanno figli e che il Belpaese è il più vecchio tra i paese dell’Europa,…


  • FRANZ JOSEPH HAYDN

    Povera, poverissima è la prima parte della sua vita. Ci sono dei momenti che non ha neanche abbastanza da mangiare. E infatti quando si parla del suo aspetto vengono fuori la bassa statura e la taglia striminzita, colpa della denutrizione, a cui, dopo, si sono aggiunti la calvizie e in faccia i segni del vaiolo.…


  • LA QUESTIONE DEL CONSENSO

    LA QUESTIONE DEL CONSENSO

    Attraverso un lungo percorso storico abbiamo convenuto fra noi che tali modalità corrispondono a libere elezioni con forze contrapposte che si possano affrontare liberamente.


  • DOVE SIAMO? DOVE ANDREMO? CHI COMANDA?

    Educare all’intelligenza artificiale Il 25 marzo mi è stato gentilmente richiesto di parlare di intelligenza artificiale ai ragazzi del triennio della scuola dove insegno (una scuola grande che comprende vari indirizzi dell’istituto tecnico industriale, il geometra e il professionale a indirizzo moda). L’idea centrale intorno alla quale ho costruito la mia relazione è stata quella…


  • L’UOMO CHE LEGGE – ANCORA UN MOMENTO DI EDGAR MORIN

    “La cosa più stupefacente è che ci si stupisca così poco del fatto di vivere.” Spirito indipendente e originale, Edgar Morin conserva un gusto e un piacere intatti per le cose della vita e gli oggetti del pensiero. Dall’eleganza del volo di una rondine all’umanesimo di Montaigne, dalla missione dell’intellettuale alla lotta delle donne iraniane, niente di ciò che è umano gli…


  • Un giudice poco compiacente con poteri (e magistrati) forti

    Un giudice poco compiacente con poteri (e magistrati) forti

    Guido Salvini è un magistrato alieno. Ha concepito il suo lavoro come una missione etica, cioè una vocazione per amministrare la giustizia senza guardare in faccia a nessuno.