TERAMO, GERME PARTIGIANO

Teramo in un documentario come germe della resistenza partigiana

Durante un evento allo studio Fox di Los Angeles, Delia Di Felice — che era ad Hollywood assieme al marito Aldo, presidente della rete Tv canadese Tln — ci chiede se avessimo visto un documentario su Teramo. Poi abbiamo scoperto che il documentario trattava del “Bosco Martese”, il bosco a nord-ovest di Teramo dove si é svolta la prima battaglia della resistenza partigiana italiana contro i nazi-fascisti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Come originaria di Teramo, Delia era particolarmente interessata al documentario che la produttrice romana Adriana Chiesa aveva inviato a suo marito Aldo per una eventuale messa in onda. “Il Messaggero” aveva riportato tempo addietro la notizia del documentario, quando aveva vinto la “menzione speciale” ai Nastri d’Argento 2024, ma si era limitato alla descrizione del co-produttore del documentario, il teramano Piero Chiarini, narratore dell’opera cinematografica, che si definisce “un particcere” 80enne con forno e negozio a Teramo.

Raggiunta al telefono, Chiesa lamenta il fatto che la battaglia dei partigiani teramani contro i nazi-fascisti sia stata dimenticata, ma l’impegno di Chiarini (il cui padre si era unito ai partigiani quando aveva 17 anni) la tiene in vita, anche grazie al suo contributo al libro di Sandro Melarangelo, “Resistenza a Teramo”. 

Chiesa aveva conosciuto Chiarini in qualitá di fondatore del Premio Gianni Di Venanzo, dedicato allo scomparso direttore della fotografia teramano, noto nel settore cinematografico come un maestro della fotografia, e con cui aveva studiato Carlo Di Palma, il marito cine-operatore di Chiesa.

Adriana Chiesa

Chiesa spiega che il documentario é in bianco e nero per ricreare l’atmosfera dell’epoca e che la regia é stata affidata al curdo Fariborz Kamkari (ora cittadino italiano) poiché “rappresenta la resistenza in persona per il popolo curdo”.

Chiesa non ha ancora sviluppato una strategia di vendita del documentario, che circolerá prima ai festival e poi verrá offerto alle reti Tv di tutto il mondo durante la fiera del Mia ad ottobre a Roma. 

Il documentario dura 60 minuti, il che lo rende perfetto per i festival, ma per le vendite alle reti Tv commerciali dovrá essere accorciato di almeno 10 minuti (per dar spazio alla pubblicitá).

La narrazione della resistenza partigiana nel documentario é estremamente coinvolgente, mentre la parte che riguarda l’aspetto culturale di ció che rappresenta la libertá oggi (“proteggere il bosco rappresenta proteggere la liberta’”, afferma Chiesa), descritta da docenti, presidi e liceali teramani tende ad essere meno scorrevole e piú accademica per un gusto generalista. 


SEGNALIAMO

  • L’UOMO CHE LEGGE: CHI VUOLE UCCIDERE IL CAVALLO

    CONSIGLI DI LETTURA DEL DIRETTORE Non stiamo vivendo soltanto la crisi della democrazia nel mondo intero, la crisi di uno Stato sempre più burocratizzato, la crisi di una società dominata dal denaro, la crisi di un Umanesimo sopraffatto da odio e violenza, la crisi di un pianeta devastato dall’onnipotenza del profitto, la crisi sanitaria scatenata…


  • JIMMY NICOL ( CHE PERSE IL TRENO )


  • PAOLO PORTOGHESI, UN UOMO GENTILE

    PAOLO PORTOGHESI, UN UOMO GENTILE

    Quando passeggiavo con lui nel suo giardino continuo, dopo tanti anni, a rimanere affascinata dal percorso del suo pensiero, cadenzato da momenti di sosta per leggere frasi, suggestioni, parole che ha scelto con grande accuratezza, come le parole di Cicerone incorniciate vicino ad una delle biblioteche “se nella biblioteca hai un giardino non ti mancherà…


  • Quale futuro politico per l’Unione europea dopo il voto, di Bruno Somalvico

    Quale futuro politico per l’Unione europea dopo il voto, di Bruno Somalvico

    Il complesso quadro dei gruppi politici in seno al Parlamento europeo Bruno Somalvico Direttore editoriale di Democrazia futura In un breve commento Bruno Somalvico, direttore editoriale di Democrazia futura analizza “Quale futuro politico per l’Unione europea dopo il voto”. Nonostante la crescita dell’estrema destra e l’indebolimento dei governi dei due Paesi guida dell’Unione, il quadro politico europeo rimane sostanzialmente stabile.…


  • TORINO: FESTIVAL CINEMAMBIENTE

    Il Festival CinemAmbiente 2024 è la ventisettesima edizione di una manifestazione dedicata ai film a tema ambientale, organizzata dal Museo Nazionale del Cinema di Torino. Si svolge dal 4 al 9 giugno 2024 a Torino (quest’anno anche online sulla piattaforma OpenDDB, dove una selezione dei titoli in cartellone sarà visibile in replica sul sito dell’evento,…


  • Il premierato dello Stivale, di Gianfranco Pasquino

    Il premierato dello Stivale, di Gianfranco Pasquino

    Un’anticipazione del contributo di Democrazia Futura per la rivista trimestrale di Il Mondo Nuovo Gianfranco Pasquino Professore Emerito di Scienza politica nell’Università di Bologna Con l’articolo “Il premierato dello Stivale” della firma più prestigiosa che collabora a Democrazia futura, Gianfranco Pasquino, Professore Emerito di Scienza politica nell’Università di Bologna, anticipiamo online sul sito de Il Mondo nuovo il contributo…


  • Nerio Nesi, un socialista lombardiano tra idealità, realismo e concretezza, di Andrea Ricciardi

    Nerio Nesi, un socialista lombardiano tra idealità, realismo e concretezza, di Andrea Ricciardi

    A quasi quattro mesi dalla scomparsa lo storico Andrea Ricciardi traccia il profilo di Nerio Nesi.


  • DEDICHE MUSICALI


  • FAME


  • C’è già troppa frociaggine, di G. Barlozzetti

    C’è già troppa frociaggine, di G. Barlozzetti

    Un commento a caldo prima delle scuse ufficiali1 Guido Barlozzetti Conduttore televisivo, critico cinematografico, esperto dei media e scrittore Il nostro collaboratore Guido Barlozzetti ci segnala un suo commento a caldo pubblicato su Il Corriere dell’Umbria del 28 maggio che volentieri riprendiamo. 29 maggio 2024 Impossibile resistere, la battuta esce da un convegno pubblico ma riservato…



NUOVE USCITE HERAION

IN LIBRERIA

E-BOOKS


TAGS DEL MAGAZINE

agricoltura (18) alimentazione (31) ambiente (29) amministrazione (21) arte (61) cinema (40) civismo (45) comunismo (22) cultura (326) democrazia (38) economia (72) elezioni (54) energia (17) europa (49) fascismo (27) filosofia (26) formazione (24) giorgia meloni (19) giovani (29) guerra (84) intelligenza artificiale (28) italia (35) lavoro (38) letteratura (38) mario pacelli (30) media (60) milano (19) musica (115) napoli (20) politica (361) potere (199) rappresentazione (21) religione (23) roma (23) russia (25) salute (65) satira (20) scienza (21) scuola (27) seconda guerra mondiale (47) sinistra (18) società (372) stefano rolando (31) storia (41) teatro (28) tecnologia (20) televisione (36) tradizione (27) ucraina (35) violenza (19)



ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI