Categoria: eugenio santoro

  • FOLLIE AGOSTANE : OLIGARCHI E GENERALI

    FOLLIE AGOSTANE : OLIGARCHI E GENERALI

    Prigozhin e la sua Brigata Wagner non erano ben visti in nessun angolo del mondo e neanche in Russia, tuttavia il suo assassinio e quello dei suoi sette compagni dell’aereo esploso in volo ha provocato un generale sentimento di orrore per chi lo ha eseguito e per chi lo ha ordinato e che ora cerca di coprirlo. I generali di Putin hanno ora mano libera per un guerra senza fine.

  • ROMA SOMMERSA DAI RIFIUTI

    In questo caldissimo luglio col vento di scirocco e l’aria umida e pesante, i miasmi dei cassonetti completano il quadro di una città trasformata in un inferno dantesco dal quale sono fuggiti anche gabbiani e cinghiali. Se ne è accorto anche l’economista presidente del Cda che ha chiesto spiegazioni scritte al direttore generale. Solo ora perché evidentemente nei mesi scorsi era all’estero!

  • LA GUERRA CON L’ACQUA

    La diga del Vajont chiudeva una stretta gola tra due monti ed era, ed è ancora, larga meno di 200 metri ed alta più di 250. Fu inaugurata nel 1960 e si riempi’ rapidamente con l’acqua del torrente omonimo sino a contenere 170 milioni di metri cubi di acqua. Tre anni dopo nel profondo di una notte autunnale, una delle due montagne franò nell’invaso spingendo oltre la diga, che resistette all’urto, una spaventosa onda che precipitò nella sottostante valle travolgendo tutto, abitati, abitanti, coltivazioni ed alberi. Ci furono oltre 2000 morti.

  • E FINALMENTE PARLIAMO DI CALCIO

    E FINALMENTE PARLIAMO DI CALCIO

    Primo : gli insuccessi delle proprie squadre sul piano nazionale ed internazionale e quelli della Nazionale esclusa dagli ultimi due Mondiali dopo le illusioni cullate con la vittoria ai calci di rigore nell’Europeo hanno mortificato la passione e le illusioni.

  • LA SPORCA GUERRA DELLE MENZOGNE

    LA SPORCA GUERRA DELLE MENZOGNE

    Se dovesse attaccare nuovamente Kiev forse tirerà fuori ipotetiche radici russe per quella città che invece per secoli è passata per tante mani, dagli slavi che la fondarono, ai mongoli e poi ai lituani, ai polacchi, ai cosacchi, e solo nel 1600 per 15 anni ai russi. Nel 20º secolo con le due guerre mondiali la Città ed il Paese passarono a più riprese nelle due guerre mondiali dai tedeschi ai russi e viceversa e solo nel 1999 all‘Ucraina fu riconosciuta l’indipendenza con Kiev capitale nazionale.

  • LA MEDICINA AL TEMPO DEGLI ETRUSCHI

    La storia della civiltà etrusca è una vicenda secolare più immaginata che documentata perché non è rimasto quasi nulla di scritto. Tra le poche iscrizioni si può ricordare la tavola di Cortona ritrovata alla fine del 20º secolo relativa a una transazione tra proprietari e fittavoli di appezzamenti di terra, avvenuta probabilmente nel terzo secolo avanti Cristo quando i latifondisti etruschi dovettero cedere parte dei loro terreni alla plebe insorta. Lo stesso alfabeto che compone la scrittura da destra verso sinistra, è sempre stato di difficile decifrazione.

  • UCRAINA: CHI VUOLE LA PACE?

    UCRAINA: CHI VUOLE LA PACE?

    E il popolo, anzi i popoli, che pensano e che dicono? C’è poco da illudersi: i russi seguono Putin perché da secoli, dal tempo degli Zar prima e dei leader comunisti poi, sono abituati a obbedire a padroni vecchi e nuovi. Rivoluzioni in Russia ce n’è stata una sola nel lontano 1917 con la prima guerra mondiale in corso che copriva ogni altro fragore.

  • GOVERNO DEL CAMBIAMENTO O CAMBIAMENTO DI GOVERNO

    GOVERNO DEL CAMBIAMENTO O CAMBIAMENTO DI GOVERNO

    EUGENIO SANTORO Draghi, chi era costui? In 100 giorni l’attivismo della Meloni ha quasi cancellato il ricordo di Draghi. Eppure l’ex Governatore della BCE aveva governato con vasto consenso tirando fuori il Paese dai guai nei quali era finito con i Governi bi e tricolore,e si era imposto a livello internazionale restituendo al Paese un […]

  • UN LIBRO DIVERSO. LA SANITA’ NON E’ SEMPRE SALUTE

    DI EUGENIO SANTORO Il libro di Carlo Saitto e Lionello Cosentino, edito dal Pensiero Scientifico Ed. a fine 2022 accende una luce particolare sul servizio sanitario nazionale per il quale la terminologia” luci ed ombre” da sempre significa buoni e cattivi risultati,  maggiore o minore disponibilità di mezzi e di personale o più semplicemente buona […]

  • LONG COVID CHI ERA COSTUI?

    DI EUGENIO SANTORO Pensieri della domenicaCon la pandemia da Coronavirus siamo oggi alla terza fase: la prima fu quella della rassegnazione, dei tanti infetti, delle tante morti nelle carenze del sistema; la seconda  fu quella della speranza, della acquisizione e distribuzione dei vaccini, del crollo della diffusione; la terza, quella attuale, è quella della rassegnazione. […]